aerei supersonici

Boom Supersonic ha ricevuto una bella iniezione di denaro contante, cifra che consente loro di portare avanti i loro piani per far volare un prototipo dei loro aerei supersonici quest’anno. L’azienda spera che il prototipo, che sarà la metà delle dimensioni del modello ultimato, sarà in grado di viaggiare a una doppia velocita del suono -pari a 1191,60 km/h– altrimenti conosciuta come Mach 2, per un totale di 2469,6 km/h. Ciò significa che rotte come Londra – Mumbai, Manchester – Dallas-Fort Worth e Edimburgo – Vancouver impiegheranno circa quattro ore e per arrivare a New York ci vorranno solo tre ore e 15 minuti.

Boom Supersonic ha nominato il suo prototipo XB-1 e afferma che è “il primo aereo supersonico sviluppato in modo indipendente della storia e il velivolo civile più veloce mai costruito“.

La compagnia continua: “Dal 1903 al 1976, la velocità dell’aviazione passeggeri aumentò inesorabilmente da 7 miglia all’ora a Mach 2. Poi qualcosa si ruppe. Negli ultimi 40 anni, non solo non siamo riusciti a generare ulteriori aumenti di velocità, ma abbiamo perso la capacità supersonica.”

Il volo supersonico rimuove una barriera critica verso nuove relazioni commerciali, nuove esperienze culturali e più tempo con i propri cari.

aerei supersonici

Uno dei motivi per cui la Concorde fallì fu in parte perché il boom sonico, che creò quando ruppe la barriera del suono, causò angoscia tra il bestiame e danni minori agli edifici.

Ciò ha portato al fatto che agli aerei supersonici Concorde fosse stato proibito sorvolare i territori USA, il che è stato un enorme contributo allo smantellamento della compagnia aerea nel 2003.

 

Il futuro del trasporto di civili supersonico

Tuttavia, l’XB-1 potrebbe avere una risposta a questo problema.

Questi nuovi aerei supersonici, una volta ultimati, avranno solo 55 posti, la metà delle dimensioni del Concorde, e saranno almeno “30 volte più silenziosi” rispetto al Concorde.

Boom Supersonic dichiara anche che ci sono benefici per la salute. L’azienda fa sapere: “Sedersi in un posto troppo a lungo causa un rallentamento della circolazione sanguigna, che può causare gravi problemi come la trombosi venosa profonda. Poiché i voli in aerei supersonici sono più brevi di quelli subsonici, i passeggeri passano meno tempo seduti fermi. Puoi lasciare San Francisco un giorno dopo ed essere ancora in tempo per un meeting mattutino a Tokyo. Puoi anche tornare prima che arrivi il jet lag”.