luna cotone

Una nuova corsa alla Luna sta coinvolgendo le superpotenza mondiali. Proprio come accadde nel corso della Guerra fredda. Proprio nell’anno del cinquantenario del tanto discusso sbarco lunare, la Cina è approdata sul “Dark side of the moon” per far germogliare una piantagione di cotone.

Se ieri vi abbiamo illustrato le difficoltà del progetto, ora vi annunciamo con piacere che i semi stanno germogliando.

Una foto pubblicata dall’amministrazione spaziale nazionale della Cina ha mostrato che i germogli di cotone stavano crescendo bene insieme ad altre piante germinate.

Quando Chang’e 4 è atterrato sul lato più lontano della luna (reso mitico dai grandi Pink Floyd) il 3 gennaio, il suo carico includeva un contenitore ermetico che portava il test di bioscienza carichi. Tra cui uno chiamato “cerchio micro-ecologico di superficie lunare“.

Il professor Liu Hanlong, capo dell’esperimento, ha annunciato martedì che i semi di cotone sono stati i primi a germogliare. Ma la squadra non ha dato un tempo preciso per quell’evento.

Liu ha detto che oltre al cotone, semi di colza e patate erano germogliati e stavano crescendo bene come sabato.

 

Luna, perchè si è scelto patate, cotone e colza

Il professor Xie Gengxin, capo progettista dell’esperimento, aveva rivelato che cotone, colza, patata, arabidopsis – comunemente noti come crescione di roccia – lievito e mosche della frutta erano i sei organismi scelti per andare sulla luna.

“Abbiamo preso in considerazione la futura sopravvivenza nello spazio. Imparare a conoscere la crescita di queste piante in un ambiente a bassa gravità ci permetterebbe di gettare le basi per il nostro futuro insediamento di basi spaziali “, ha detto Liu.

Ecco perchè si è scelti queste piante: le patate potrebbero essere il cibo di base per gli esploratori dello spazi. Il cotone potrebbe essere usato per l’abbigliamento. La colza potrebbe essere una fonte di petrolio. Il tutto, dunque, per un possibile popolamento della Luna.