Il colosso Americano Google ha fatto sapere nelle scorse ore che rimuoverà dal Google Play Store migliaia di app che sono potenzialmente pericolose per la privacy degli utenti. Non è la prima mossa che l’azienda volge al fine di rendere il suo sistema operativo Android più sicuro. Negli ultimi tempi, la casa si è impegnata attivamente per migliorare su questo fronte.

Come ben sappiamo, il Google Play Store è una piattaforma open source, ciò significa che chiunque può contribuire a formarla. Sono numerosissimi gli sviluppatori di applicazioni che decidono di buttarsi su Android per lanciare il proprio prodotto. Google ha scovato che molti di questi, però, si approfittano della natura della piattaforma per richiedere autorizzazioni agli utenti che nulla hanno a che fare con l’utilizzo dell’app.

 

Android più pulito

Google aveva già avvisato qualche tempo fa tutte le aziende di sviluppo di app in merito alla situazione. Molte di queste richiedevano agli utenti l’autorizzazione al trattamento dei dati degli SMS e registro chiamate. Questi sono dei dati particolarmente sensibili che dovrebbero servire solo a quelle app che inviano messaggi. Peccato che gran parte delle app che richiedono questo consenso fossero totalmente di altro genere.

Google rimuoverà dallo store Android tutte le applicazioni che non aggiorneranno i consensi richiesti agli utenti. In caso contrario, l’utilizzo dei dati allo scopo di funzionamento dell’app dovrà essere dimostrato. Una mossa corretta, questa di Google, per rendere decisamente più sicuro il suo sistema operativo Android. Restate in attesa per ulteriori aggiornamenti.