Home News

Esplorazione Spaziale: ormai si sono aperte tante nuove possibilità

L'esplorazione spaziale ha visto l'inizio di un nuovo capitolo dovuto all'entrata di nuovi paesi in questa particolare missione

esplorazione-spaziale-nasa-esa
L’era dell’esplorazione spaziale è iniziata: incredibili scoperte scientifiche e innovazioni tecnologiche rappresentano nuove frontiere e innovazioni per la vita sulla Terra, e non solo. Solamente pochi giorni fa i lander cinese Chang’e-4 è sbarcato con successo a South Pole-Aitken, il bacino più grande e profondo della luna.
Lo scopo della spedizione era portare sul suolo lunare di semi terrestri che, prima del loro congelamento fino alla morte, sono però germogliati. La prima volta che qualsiasi materia biologica proveniente dalla Terra è stata coltivata sulla Luna rappresenta una pietra miliare per la scienza. Imparare a coltivare le piante sul territorio lunare può essere d’aiuto per capire come poter fare lo stesso in difficili situazioni climatiche sulla Terra.

L’inizio di una nuova era

Le nuove scoperte spaziali hanno dato inizio ad una gara multinazionale che ha visto l’ingresso di nuovi paesi come la Cina, l’India, il Giappone e altri paesi hanno iniziato la corsa allo spazio. Anche la tecnologia ha avuto un’ importante evoluzione collaborando con i governi e competendo tra di loro.
L’enorme incremento della tecnologia ha reso molti dispositivi e strumenti, che fino a pochi decenni fa erano segreti nazionali, disponibili a tutti: i sistemi di navigazione, accelerometri e giroscopi oggi vengono utilizzati nei nostri dispositivi elettronici per consentire il funzionamento di app comuni come Google Maps. Anche i programmi della NASA sono diventati economicamente più accessibili.
Lo Space Shuttle Program è costato quasi 210 miliardi di dollari, per un totale di 135 voli, ciò equivale ad una spesa di circa 1,6 miliardi di dollari a lancio. Mentre i razzi monouso avevano un prezzo di 100 milioni, oggi SpaceX ha l’opportunità di utilizzare razzi riutilizzabili Falcon 9 al costo di 62 milioni. La NASA vanta non solo conquiste in campo spaziale, ma le sue tecnologie hanno aiutato la realizzazione di altre più comuni, tra di esse ci sono le telecamere miniaturizzate, isolamento domestico, tecnologie di purificazione dell’acqua, termometri auricolari, memory foam e alimenti liofilizzati.
Dall’incremento e la disponibilità di questi strumenti altamente tecnologici però, nascono anche nuove paure e rischi. Le immagini di nuova generazione possono rappresentare un vantaggio militare, fornendo la capacità di rintracciare persone specifiche. L’esplorazione spaziale apre nuovi dubbi sulle regole, gli standard da seguire al di fuori del nostro pianeta e su chi abbia il diritto di rivendicare la proprietà di questi luoghi lontani dalla Terra.