hyperloop

La capsula del progetto Hyperloop TT è arrivata presso il centro di ricerca della compagnia americana dell’ex base aerea di Toulouse-Francazal proveniente dal sud della Spagna. I primi test potranno ora iniziare.

Dopo un viaggio di tre giorni, 1.500 chilometri dal sud della Spagna, la capsula del progetto Hyperloop Transportation Technology (HTT), chiamata “Quintero One“, è arrivata a Tolosa-Francazal la notte tra martedì a mercoledì. Il veicolo di 5 tonnellate e mezzo e 32 metri di lunghezza ha viaggiato con successo e nel più grande segreto, scortato da più di cinquanta agenti e grazie a due gru di alta precisione. Lo racconta la stessa azienda americana sulla sua pagina Facebook.

 

Un progetto ultramoderno

Dopo che i primi pezzi sono arrivati nell’aprile 2018 sul sito del centro di ricerca Toulousain di HTT a Francazal, l’arrivo della capsula dovrebbe consentire di effettuare i primi test di questo nuovo sistema di trasporto che consente a una capsula di circolare ad alta velocità in un tubo a vuoto.

Questo trasporto del futuro prevede la circolazione di capsule che trasportano passeggeri o merci in tubi a vuoto a più di 1000 km/h, grazie all’energia dei campi elettromagnetici. In definitiva, un sistema su vasta scala installato su una distanza di 1 km e sollevato da piloni ad un’altezza di 5,8 metri sarà completato nel 2019 sullo stesso sito di Francazal.

Nell’ottobre 2018, Hyperloop TT ha presentato un’anteprima della sua capsula passeggeri a grandezza naturale durante una cerimonia di inaugurazione a Puerto de Santa Maria, in Spagna. “Quintero One” è quasi interamente realizzato da un materiale composito appositamente progettato da HyperloopTT chiamato Vibranium, spiega l’azienda californiana.