dormire

E’ risaputo: un semplice trucco per calmare un bambino irrequieto è di farlo oscillare avanti e indietro. Cullarlo insomma. Qualunque sia la ragione, il gentile movimento da lato a lato sembra lenire i bambini piccoli e portarli in giro “nella terra dei sogni”. E farlo dormire tranquillamente.

Non ti aspetteresti esattamente che la stessa cosa funzioni per un adulto. Ma un nuovo studio suggerisce che essere dondolati mentre dormono potrebbe effettivamente avere alcuni enormi benefici anche su di loro. Tra cui un sonno più profondo, meno risvegli improvvisi e persino una migliore memoria.

Essere cullati aiuta a dormire meglio anche da adulti

Dondolare un bambino è facile perché sono così piccoli, ma cullare un adulto è un po ‘più impegnativo. Per renderlo possibile, i ricercatori dell’Università di Ginevra hanno costruito un letto che si muove lentamente avanti e indietro su una grande cornice.

Per testare se il dondolo aiuta o ostacola il sonno degli adulti, la squadra ha reclutato 18 persone per trascorrere una notte in esso. Dotati di elettrodi per monitorare l’attività cerebrale, i partecipanti si appisolavano mentre i ricercatori raccoglievano dati. A ogni persona è stato chiesto di passare tre notti nel letto.

La prima notte serviva per aiutarli a sentirsi a proprio agio, la seconda per monitorare l’attività cerebrale mentre dondolava e dormiva e la terza era una notte nello stesso letto senza il movimento a dondolo.

Come riferisce la BBC, il team ha scoperto che il dondolo mentre dormivano permetteva soggetti di ottenere un sonno più profondo ed erano meno inclini a svegliarsi nel corso della notte. Il dondolio era abbastanza delicato da non provocare una sensazione di “mal di mare”, e i soggetti sperimentavano un sonno più profondo durante la prova a dondolo.

Questo sonno più riposante ha promosso funzioni cerebrali come la memoria, che è stata monitorata utilizzando test di memoria dati a ciascun partecipante.

Replicare qualcosa di simile nella propria casa sarebbe probabilmente quasi impossibile. Ma sarà interessante vedere se questa scoperta diventerà una nuova tendenza.