hubble-spazio-galassia

Nel 2007, il telescopio Subaru, ha osservato per la prima volta una coda luminosa proveniente dalle galassie nel cluster di Coma. Per esaminare meglio il fenomeno gli astronomi si sono serviti dell’Hubble. Dopo aver studiato in particolare la galassia D100, caratterizzata dalla sua forma a spirale, il Dott. William Cramer, astronomo dell’Università di Yale ha dichiarato: “D100 si distingue come un esempio particolarmente estremo di processi comuni in ammassi massivi, in cui una galassia va dall’essere una spirale salutare piena di formazione stellare a una ‘galassia rossa e morta”.

È proprio questo processo, chiamato stripping a pressione, la causa della coda luminosa. Essa è causata quando una galassia collassa verso il centro di un massiccio conglomerato di galassie a causa della gravità. Il risultato è una lunga scia di idrogeno che innesca milioni di stelle, producendo una grande quantità di luce. La galassia D100, è quindi sulla sua via verso il centro del cluster Coma, noto anche come Abell 1656. Quando perderà tutta la sua energia essa diventerà una reliquia morta, priva di materiale per creare nuove stelle.

 

Un telescopio rotto, ma funzionante

Le immagini di Hubble mostrano come le braccia a spirale scompaiano e la galassia rimanga senza gas e solo vecchie stelle, questo fenomeno è noto da diversi decenni. In un cluster massiccio come Coma questo processo di perdita di gas si verifica in molte galassie. Il caso di D100 è unico data la sua coda lunga e sottile, si estende per circa 200.000 anni luce con una larghezza di 7.000 anni luce.

Il Dott. Jeffrey Kenney, anch’esso della Yale University ha affermato: “La coda è straordinariamente ben definita, dritta, liscia e con bordi chiari. È una sorpresa perché una coda come questa non si vede nella maggior parte delle simulazioni al computer”. Uno degli obiettivi principali degli astronomi era studiare la formazione delle stelle lungo la particolare coda di D100.

I dati dell’Hubble mostrano che il processo di estrazione del gas è iniziato nelle periferie e si sta spostando verso il centro della coda, ed è proprio nella zona centrale, in cui è presente la maggior quantità di idrogeno, che si nota una raffica di formazione stellare. Cramer ha confermato: “Questa regione è l’unico posto nella galassia in cui il gas esiste e in cui la formazione stellare sta avendo luogo. Ma ora che il gas sta fuoriuscendo dal centro sta causando la formazione della lunga coda”.