lavo vostok anomalia città nascosta

Il Lago Vostok è uno dei laghi subglaciali più grande dell’Antartide. Si trova a 4000 m sotto il ghiaccio, ad est del continente antartico, sotto la stazione russa Vostok. Il lago si trova quindi circa 500 m sotto la superficie del mare. Nel 2012 è stata eseguita la prima perforazione del ghiaccio raggiungendo la superficie del lago, dove sono state individuate oltre 3.500 specie di vita.

Gli scienziati russi della stazione Vostok, che hanno confermato l’esistenza dell’enorme lago di acqua dolce, molto sotto la superficie del ghiaccio, sono stati tra i primi ad eseguire la perforazione del ghiaccio per raggiungerlo. I ricercatori russi affermano di aver trovato nelle acque del lago, circa 35.000 forme di vita, campioni biologicamente attivi di batteri e prove fossili risalenti a circa 15 milioni di anni fa.

Sono state tutte scoperte straordinarie e di grande rilevanza scientifica. Ma tra queste c’è qualcosa che fino ad ora non ha avuto spiegazione, al punto di attirare persino l’attenzione della NASA.

Si tratta di una strana anomalia magnetica nella zona orientale del lago. Si tratta di una porzione di lago lunga 105 km e larga 75 km.

Ci sono molte teorie riguardo questa particolare e ampia anomalia magnetica. Si è arrivati addirittura ad ipotizzare che possa essere dovuta ad una civiltà perduta, nascosta sotto il lago Vostok. Ma secondo gli scienziati potrebbe trattarsi di un anomalia dovuta al diradamento della crosta terrestre in quel punto.

 

Studiare il lago Vostok per arrivare ad Europa, la luna ghiacciata di Giove

La NASA è interessata a studiare l’area per le somiglianze che potrebbe avere con Europa, la gelida luna di Giove. Come ha infatti dichiarato lo scienziato Kevin Hand, vice capo dell’esplorazione del sistema solare per il Jet Propulsion Laboratory della NASA, “quando si parla di Europa, non c’è migliore analogia sulla Terra del lago Vostok”. Proprio come Europa, il lago Vostok è intrappolato sotto ilo ghiaccio e isolato dalla luce del sole.

Inoltre i campioni di ghiaccio prelevati dalla NASA, hanno rivelato che il ferro e lo zolfo, svolgono un ruolo importante nell’ecosistema del lago.

Il dott. Hand ha aggiunto che “la chimica della superficie di Europa è ricca di zolfo, e nel lago Vostok “lo zolfo è probabile che sia un componente importante per il modo in cui l’ecosistema sopravvive”.

La scoperta e lo studio delle caratteristiche del lago Vostok potrebbero fornire alla NASA delle basi per capire cosa aspettarsi su Europa.