franklin esa rover marte

L’Agenzia Spaziale Europea (ESA) ha scelto il nome per il suo rover diretto su Marte nel 2021. Si chiamerà Rosalind, in onore della chimica, cristallografa e biochimica britannica, Rosalind Franklin.

Il rover dell’ESA è stato costruito nel Regno Unito e cercherà tracce di vita e la possibilità di abitare il pianeta Rosso. Analizzerà la superficie di Marte e effettuerà delle perforazioni fino a 2 m di profondità.

 

Lo spirito della scoperta di Rosalind Franklin

Se riuscirà ad atterrare sul suolo marziano, sarà il primo rappresentante dell’Europa sulla superficie di Marte.

In un comunicato dell’agenzia spaziale inglese, la sua direttrice Alice Bunn, ha spiegato il motivo di questa scelta. “Rosalind Franklin è una delle donne più influenti della scienza, e la sua parte nella scoperta della struttura del DNA fu veramente innovativa. È giusto quindi che il robot porti il suo nome, dato che cercherà i mattoni della vita su Marte, come lei fece sulla Terra attraverso il suo lavoro sul DNA”.

Per la scelta del nome, l’ESA ha effettuato un sondaggio su 36 mila persone. L’agenzia spaziale inglese ha infine scelto tra i più gettonati, il nome di Franklin per commemorare il suo lavoro come cristallografa e sui raggi x, degli anni ’40 e ’50. Rosalind Franklin catturò le immagini strutturali di sostanze come i virus ed i composti biologici di DNA e RNA.

Il rover Rosalind Franklin fa parte della serie di missioni Exo Mars, la stessa del rover Schiapparelli che falli l’atterraggio.

Il direttore generale dell’ESA, Jan Woerner, ha dichiarato “Il rover Rosalind cattura lo spirito della ricerca di Rosalind Franklin e ci porta tutti in prima linea nell’esplorazione dello spazio. Questo nome ci ricorda infatti che è nei geni umani esplorare. La scienza è nel nostro DNA e in tutto ciò che facciamo all’ESA”.