marte-vulcano

Un gruppo scientifico dell’Università dell’Arizona ha trovato prove di una recente attività vulcanica sotterranea sotto il ghiacciato polo sud di Marte, secondo uno studio pubblicato da Geophysical Research Letters della United Geophysical Union.

La pubblicazione ricorda che, l’anno scorso, la rivista scientifica aveva suggerito che c’era acqua liquida sotto quel berretto polare del pianeta rosso e ora questa nuova ricerca sostiene che, affinché l’acqua esista, ci deve essere una fonte sotterranea di calore.

Gli scienziati ritengono che ci debba essere una recente attività magmatica – come la formazione di una camera di magma negli ultimi 100.000 anni – in modo che ci sia abbastanza calore per produrre acqua liquida sotto uno strato di ghiaccio spesso un chilometro. In questo senso, gli esperti ritengono che se questa attività magmatica sotterranea non si è formata, è improbabile che ci sarà acqua sotto il ghiaccio.

 

Attività marziana

La potenziale presenza di una recente attività magmatica su Marte suggerisce che il pianeta sia attivo, da un punto di vista geologico.

Inoltre, questo studio cerca di approfondire il dibattito sulla possibilità di acqua liquida su Marte, che potrebbe avere implicazioni quando si tratta di trovare la vita al di fuori della Terra e potrebbe anche servire come risorsa per l’ulteriore esplorazione umana del pianeta nel futuro. Crediamo che se c’è un qualsiasi tipo di vita, è probabile che debba essere protetto dalle radiazioni nel sottosuolo“, ha detto il co-autore dello studio Ali Bramson, dell’università dell’Arizona lunare e laboratorio planetario. 

Ha sottolineato che “se ci sono ancora processi magmatici attivi oggi, potrebbero essere stati più comuni nel recente passato e potrebbero fornire una fusione basale più diffusa, che potrebbe fornire un ambiente più favorevole per l’acqua liquida e, quindi, la la vita“.

Marte ha due gigantesche calotte di ghiaccio ai suoi poli, entrambi spessi un paio di chilometri. Sulla Terra è comune che l’acqua liquida si trovi sotto strati profondi di ghiaccio, che il calore del pianeta scioglie quando raggiunge la crosta terrestre.