puma-orientale-estinto-animali

Notizia non esattamente recente è che i puma orientali si sono estinti, ma questo è avvenuto il 22 gennaio scorso e a riferirlo è stato il Servizio per la pesca e la fauna selvatica degli Stati Uniti. Sempre quest’ente però ha espresso delle altre dichiarazioni che mettono la storia di questo particolare animale sotto tutt’altra luce. Per esempio c’è da considerare che già nel 2015 era stata presa la considerazione di dichiarare ciò soprattutto dopo un’indagine portata avanti dal 2011.

Il punto in realtà non è neanche questo infatti questa classificazione tassonomica risulta essere errata. Apparentemente il puma orientale e solo un nome dato ad un animale che in diversi parti del continente nord americano è noto in altri termini come leone di montagna, coguaro e anche semplicemente puma. Tale errata classificazione nasce ai tempi della colonizzazione del continente da parte degli europei e si è portata avanti finora.

 

Estinto? Mai esistito

La suddivisione è nata per la differenza di aspetto di tutti quelli sopracitati come per esempio il colore del pelo. Grazie ai test genetici fatti in era moderna si è scoperto che si tratta della stessa specie e che dividerli con nomi diversi non aveva più senso. Certo, nella zona New Brunswick e nel Maine non si potranno più incontrare questi felini, ma spostati di qualche centinaia di chilometri lo si può ricontrarre.

In ogni caso la scomparsa del puma in alcuni ecosistemi porterà sicuramente a dei cambiamenti. Quest’animale, per sua sfortuna, è considerato come un predatore subordinato ovvero che non è all’apice della catena alimentare visto che al di sopra ci sono sia orsi che lupi. In questo la loro sopravvivenza risulta essere più delicata e quindi i cambiamenti portati dall’uomo hanno influenzato pesantemente.