google yeti

Sono tanti i rumors che asseriscono che Google stia lavorando su una console di giochi, dopo aver testato il servizio di streaming nel 2018. Il gigante della ricerca dovrebbe annunciare formalmente la console durante il suo keynote alla Game Developers Conference del 19 marzo 2019.

Non si sa molto sulle specifiche della console, ma sarà probabilmente un dispositivo di streaming con un controller progettato da Google.

L’annuncio era abbinato ad una criptica gif di un lungo corridoio con una luce alla fine, seguita dal testo “gather around”. Si dice da oltre un anno che Big G stia lavorando su una console di streaming per competere con PS4 e Xbox One.

Nel luglio 2018, Google ha ingaggiato l’ex dirigente PlayStation Richard Marks e il veterano sviluppatore di giochi Microsoft Phil Harrison, al fine di guidare la loro divisione giochi e supervisionarne lo sviluppo.

 

Cosa si sa della console Yeti di Google

Come detto, si prevede che il gigante tecnologico annuncerà la console al prossimo GDC 2019. Fino ad ora, tutto ciò che è noto sulla console di Google, noto con il nome in codice “Project Yeti”, è che si tratterà di un servizio di streaming anziché di una console autonoma. Oltre al fatto che Google abbia ingaggiato due esperti del settore come quelli prima citati.

Lo scorso ottobre, Big G ha aperto al pubblico il suo servizio Project Stream, consentendo a coloro che dispongono di una forte connessione internet di testare la tecnologia. Project Stream ha permesso agli utenti di giocare ad Assassin’s Creed Odyssey nel browser Chrome senza installare alcun client di terze parti.

Dunque, vedremo questa nuova sfida di Google. Con il colosso di Mountain view che entra così a gamba tesa anche nel sempre verde mondo dei videogame.