figli

Avere figli allunga la vita. Parola di ricerca. Durante il corso della vita di qualcuno, il sistema immunitario può indebolirsi. Ma quando i bambini iniziano a riportare infezioni, i sistemi immunitari delle mamme e dei papà ottengono un miglioramento. I non genitori, a meno che non siano insegnanti o infermieri, non beneficiano della stessa esposizione alle infezioni.

Pubblicato sulla rivista Scientific Reports, lo studio di Miguel Portela e Paul Schweinzer riferisce che i genitori hanno meno rischi di morire di infezione rispetto ai non genitori. E, se lo facessero, accadrebbe circa cinque anni più tardi.

 

Perchè avere figli fa vivere più a lungo di non averli

Descrivono la loro teoria come “parentale” ipotesi di co-immunizzazione“, affermando che “il sistema immunitario di un genitore viene rinfrescato dalle infezioni di un bambino, nel momento in cui la sua stessa protezione inizia a deteriorarsi“.

Aggiungono:

“Con questo sistema immunitario potenziato, il genitore ha una migliore possibilità di respingere qualunque infezione possa colpire. E la genitorialità viene ricompensata in termini individuali attraverso una migliore immunizzazione contro le infezioni.”

I dati sono stati raccolti dal censimento del Regno Unito, che copre a cadenza decennale il 1971, il 1981, il 1991, il 2001 e il 2011.

Naturalmente, ci sono altre ragioni per cui alcune persone vivono più a lungo di altre. Gli accademici affermano che “l’alto reddito e la proprietà della casa sono sempre associati a una maggiore sopravvivenza. Ma meno che avere figli”.

Portela e Schweinzer ammettono che la loro ricerca è lungi dall’essere completa, affermando che mentre i loro risultati

“documentino una relazione tra la presenza di bambini e la mortalità, gli specifici meccanismi di trasmissione rimangono poco chiari e non possiamo fare asserzioni di causalità”.

Dunque, la ricerca lancia un interessante spunto che però merita un approfondimento.