Home News

Koala in confusione dopo che la sua casa è stata abbattuta

Un koala, solo e confuso sul luogo dove un tempo sorgeva la foresta dalla quale veniva. Questi piccoli animali non conoscono la pace da oltre un secolo

koala

Il taglio netto della vegetazione di un’intera area può essere devastante per gli animali che dipendono da un certo tipo di albero per sopravvivere. I koala mangiano principalmente le foglie dell’albero di eucalipto e possono morire di fame senza di esso.

Recentemente è stato scoperto un koala maschio poco meno che adulto che si trova in cima ai resti di quella che un tempo era la sua casa a Vittoria State Forest, nel Nuovo Galles del Sud, in Australia. L’operazione di registrazione era stata approvata dal servizio forestale per rimuovere tutti gli alberi, ma il povero piccolo marsupiale era completamente confuso al suo ritorno alla sua precedente casa.

“I koala sarebbero stati spostati dalle loro case in preparazione delle attività di registrazione programmate”, ha detto il direttore generale di WIRES (Wildlife Information, Rescue and Education Service), Leanne Taylor.

koala

“È normale che i koala tornino in seguito alla loro zona di partenza e si confondano non trovando nulla lì. Un lavoratore ha notato che un koala era rimasto fermo in pieno giorno sopra pile di legno per più di un’ora”.

La storia del marsupiale perplesso ha comunque avuto un lieto fine. Si è scoperto che aveva un trauma agli occhi, quindi è stato trasferito a un veterinario locale per essere trattato. Successivamente è stato trasferito nuovamente in un’altra zona di foresta. Anche gli operatori forestali hanno trovato altri tre esemplari nel sito appena tagliato e sono stati trasferiti.

 

Statuto di conservazione dei Koala

Nel 2008, l’Unione internazionale per la conservazione della natura ha elencato il koala sotto Least Concern per i seguenti motivi: “la sua ampia distribuzione, presunta grande popolazione, e perché è improbabile che si possa scendere al di sotto degli standard richiesti per entrare in una categoria minacciata”.

I responsabili politici australiani hanno rifiutato una proposta del 2009 di includere il piccolo orso nella legge sulla protezione dell’ambiente e la conservazione della biodiversità del 1999.

Le popolazioni del Victoria e dell’Australia Meridionale sembrano essere abbondanti; tuttavia, l’Australian Koala Foundation sostiene che l’esclusione delle popolazioni del Victoria da misure protettive si basa su un’idea sbagliata secondo cui la popolazione totale di koala è di 200.000, mentre ritengono che sia probabilmente inferiore a 100.000.

koala

Il koala è stato cacciato quasi fino all’estinzione all’inizio del XX secolo, in gran parte per la sua pelliccia. Milioni di pellicce sono state scambiate in Europa e negli Stati Uniti e la popolazione non si è ancora completamente ristabilita. Vasti abbattimenti si sono verificati nel Queensland nel 1915, 1917, e ancora nel 1919, quando oltre un milione di esemplari furono uccisi con pistole, veleni e cappi. La protesta pubblica su questi abbattimenti fu probabilmente il primo problema ambientale su vasta scala che radunò gli australiani.

 

La più grande minaccia è l’urbanizzazione

Una delle maggiori minacce antropogeniche al koala è la distruzione e la frammentazione degli habitat. Nelle zone costiere, la causa principale di questo è l’urbanizzazione, mentre nelle aree rurali l’habitat viene ripulito per l’agricoltura. Anche gli alberi nativi vengono abbattuti per essere trasformati in prodotti di legno. Dall’arrivo in Europa, la deforestazione localizzata di eucalipto in Australia varia dal 33 al 93%. Inoltre, gli habitat di acacia, che possono anche sostenere le popolazioni di koala, sono diminuiti complessivamente dell’80%. Nel 2000, l’Australia era al quinto posto nel mondo per via dei tassi di deforestazione, dopo aver liberato 564.800 ettari (1.396.000 ettari).

L’area geografica del koala si è ridotta di oltre il 50% dall’arrivo in Europa, in gran parte a causa della frammentazione dell’habitat nel Queensland. Lo stato “vulnerabile” del marsupiale nel Queensland e nel Nuovo Galles del Sud significa che gli sviluppatori di questi stati devono considerare gli impatti su questa specie quando fanno domande di costruzione. Inoltre, i koala vivono in molte aree protette.

koala

Mentre l’urbanizzazione può rappresentare una minaccia per le popolazioni di koala, gli animali possono sopravvivere nelle aree urbane a condizione che ci siano abbastanza alberi, anche se i koala urbani sono vulnerabili alle collisioni con veicoli e agli attacchi dei cani domestici.

 

Una specie che non conosce pace

I koala feriti vengono spesso portati negli ospedali della fauna selvatica e nei centri di riabilitazione. In uno studio retrospettivo di 30 anni eseguito presso un centro di riabilitazione del koala nel Nuovo Galles del Sud, è stato rilevato che il trauma (di solito causato da un incidente automobilistico o da un attacco di cane) era la causa più frequente di ammissione, seguita dai sintomi della clamidiosi da malattia batterica. In uno scorso articolo si è visto uno di questi animaletti devastato dalle zecche.

I custodi della fauna selvatica posseggono permessi speciali, ma devono rilasciare gli animali in libertà quando sono abbastanza buoni o abbastanza grandi. Come con la maggior parte degli animali nativi, il koala non può essere legalmente tenuto come un animale domestico in Australia o altrove.

koala

Dal 1870, i koala sono stati introdotti in diverse isole costiere e al largo, tra cui Kangaroo Island e French Island. Il loro numero è cresciuto a migliaia e dal momento che le isole non sono abbastanza grandi da sostenere numeri così elevati di koala, la navigazione eccessiva è diventata un problema.

Dagli anni ’90, le agenzie governative hanno cercato di controllare il loro numero con l’abbattimento, ma la protesta pubblica e internazionale ha invece costretto l’uso della traslocazione e della sterilizzazione.


Koala in confusione dopo che la sua casa è stata abbattuta