corning

L’azienda Corning potrebbe risolvere un grosso problema per gli smartphone pieghevoli.

La loro Era è ormai alle porte. Ma il problema più grande per gli acquirenti che decideranno di puntare su questi innovativi prodotti, non è tanto il prezzo, quanto la longevità del dispositivo. Considerando il fatto che i loro schermi sono fatti di plastica. Il che rischia di renderli molto più passibili di rottura a distanza di tempo.

Corning, l’azienda famosa per il suo Gorilla Glass, sta lavorando a una soluzione per il problema. Secondo John Bayne, responsabile della divisione Gorilla Glass di Corning, la società sta lavorando su un vetro ultrasottile che può essere piegato a un raggio di 5 mm diverse centinaia di migliaia di volte.

Il loro vetro non raggiunge comunque le esigenze degli OEM.

“Abbiamo gli occhiali che abbiamo analizzato per i clienti, e sono funzionali. Ma non soddisfano tutti i requisiti”

afferma Bayne. Il quale poi aggiunge:

“Le persone o vogliono prestazioni migliori contro un evento di caduta o una piegatura più ristretta. Possiamo dare loro l’uno o l’altro; la chiave è di dare loro entrambi.”

 

Quando arriverà il Gorilla Glass di Corning per smartphone pieghevoli?

Corning si aspetta di avere un prodotto utilizzabile tra qualche anno, e sta gareggiando contro altre società che corrono anche per fornire una soluzione.

Fino a quel momento dovresti tenere il tuo telefono pieghevole in una valigetta di velluto, o forse saltare la prima generazione di smartphone pieghevoli. I quali, come noto, usciranno per la prima volta in questo 2019. Con Samsung che dovrebbe fare da capofila, mentre Lg ha gettato la spugna. Dovrebbero seguire a ruota Apple e Huawei.