artico-pioggia-neve-clima

Le temperature stanno salendo in tutto il mondo, a fasi alterne ovviamente, e quindi anche nell’Artico il quale ne risulta più suscettibile rispetto ad altre zone. In questi giorni il clima sta facendo piovere soprattutto in Groenlandia il che è un doppio problema visto che normalmente dovrebbe nevicare. L’acqua che scorre sta favorendo l’erosione e lo scioglimento del ghiaccio che a sua volta si riversa in mare favorendo il fenomeno che già conosciamo ovvero quello dell’innalzamento degli oceani.

La situazione è peggiore di quanto ipotizzato molte volte e a sottolinearlo è uno studio pubblicato settimana scorsa su una rivista specializzata chiamata Cryosphere. Lo studio in merito afferma che sulla calotta polare ci sono zone sottoposte a precipitazioni anche di inverno, uno scenario drammatico e sintomo del cambiamento climatico.

 

L’estinzione del ghiaccio nordico

Il problema delle precipitazioni va associato all’aumento della temperatura dell’aria. Il calore viene imprigionata nell’acqua la quale fa sciogliere il ghiaccio circostante. Un altro aspetto da prendere in considerazione è che le nuvole cariche di pioggia tendono a spingere proprio l’aria calda più vicina alla superficie e questo favorisce il fenomeno sopracitato.

La quantità di ghiaccio che si sta riversando in mare è così tanta che i numeri che sentiamo, paradossalmente, non ci dicono niente. Si parla di svariate migliaia di tonnellate, ma non si riesce veramente a capire di cosa si tratta e quindi uno degli scienziati ha voluto usare un’unità di misura un po’ diversa per descrivere l’attuale perdita “La calotta antartica sta scaricando più di due piscine olimpioniche di ghiaccio, nell’oceano, ogni secondo.