Apple AirPods 2

Gli auricolari wireless AirPods 2 sono un prodotto che molti dei fan della mela morsicata stavano aspettando. Apple ha deciso di lanciarli due giorni fa senza nessuna presentazione ufficiale. I nuovi auricolari hanno lo stesso design di quelli di prima generazione. Non c’è bisogno di dire che ciò ha creato molta confusione tra gli utenti.

Trattandosi di un prodotto non introdotto tramite presentazione, le domande che le persone si fanno su di esso sono davvero tante. Molto clienti, infatti, non riescono a capire se valga davvero la pena acquistare i nuovi auricolari wireless di Cupertino. Ciò sopratutto per chi possiede già la prima generazione. Andiamo, quindi, ad elencare tutte quelle che sono le novità di questa seconda generazione e le differenze con il vecchio modello.

 

Apple: ecco le differenze tra le due generazioni di AirPods

La differenza decisamente più marcata riguarda il chip contenuto all’interno del prodotto. I nuovi AirPods montano il chip H1. Questo, a detta di Apple, risulta essere fino a 1,5 volte più veloce nella connessione ai device rispetto al precedente chip W1 presente su AirPods di prima generazione. Grazie ad esso, il nuovo modello di auricolari può permettersi di integrare la funzione “Hey Siri” e di durare ben 1 ora in più durante le chiamate.

Stando sempre a quanto detto dall’azienda, l’audio dovrebbe risultare decisamente migliore sul nuovo modello. Tuttavia, si tratterà di una differenza davvero minima. Per quanto riguarda il design, il nuovo modello risulta essere praticamente identico al precedente. Esistono 2 versioni di AirPods 2: una con case di ricarica wireless e un’altra senza. Il primo ha un costo di 229 euro mentre il secondo rimane in linea con il vecchio modello, 179 euro.

In conclusione possiamo dire che i nuovi auricolari Apple risultano essere senza dubbio un prodotto interessante. D’altra parte, però, questi non risultano essere abbastanza differenti rispetto al modello precedente. Di conseguenza, l’acquisto è consigliato solo a coloro che non possiedono ancora la prima generazione. Gli altri, a meno che non siano fan sfegatati, possono benissimo aspettare la terza generazione.