ictus

Il rischio che si possano verificare ictus o attacchi di cuore aumenta del 40% quando ci si sveglia di notte per andare al bagno. E più volte ti alzi, maggiore è la possibilità.

L’ipertensione arteriosa può portare a infarti e ictus se non trattata. Più di uno su quattro adulti nel Regno Unito hanno la pressione alta, anche se molti non lo realizzano.

 

Lo studio in Giappone

Il dott. Satoshi Konno dell’ospedale giapponese Tohoku Rosai, che ha interrogato 3.749 persone, ha avvertito i malati di ridurre l’assunzione di sale.

Rispetto ai paesi occidentali, le persone in Giappone mangiano più sale e hanno maggiori probabilità di essere “sensibili al sale“, il che significa che la loro pressione sanguigna sale di più quando si consuma il sale.

Presi insieme, questi due fattori significano che le persone in Giappone sono maggiormente a rischio di sviluppare pressione alta.

ictus

Il dott. Mutsuo Harada, coordinatore della stampa per JCS 2019, ha dichiarato: “L’assunzione media di sale in Giappone è di circa 10 g al giorno, che è più del doppio del consumo medio di sale in tutto il mondo (4 g al giorno).

“Questa eccessiva assunzione di sale è legata alla nostra preferenza per i cibi a base di pesce e salsa di soia, quindi la restrizione del sale è difficile da eseguire”.

 

Cosa consigliano gli esperti?

La presidente della CES Barbara Casadei, dell’Università di Oxford, ha dichiarato: “Oltre un miliardo di persone soffre di pressione alta in tutto il mondo: la pressione sanguigna alta è la principale causa globale di morte prematura, con circa dieci milioni di morti nel 2015”.

“Le linee guida ESC consigliano farmaci per ridurre il rischio di ictus e malattie cardiache e si consiglia anche uno stile di vita sano, tra cui la limitazione del sale, la moderazione dell’alcool, un’alimentazione sana, esercizio fisico regolare, controllo del peso e smettere di fumare.”

I risultati sono stati presentati alla Japanese Circulation Society.