Apple Intel

L’azienda della mela morsicata sta perdendo sempre più fiducia in Intel. Sembra che la nota casa produttrice di chip non stia rispettando i termini per la produzione dei modem XMM 8160 5G. Stando a quanto emerso da fonti vicine ad Apple, Cupertino starebbe valutando di prodursi i modem da sola. iPhone con connettività 5G potrebbe non arrivare entro fine 2020.

Ebbene sì, la situazione 5G per Apple risulta essere più complicata che mai. Nelle scorse settimane è emerso che il colosso di Cupertino vorrebbe lanciare un proprio smartphone dotato di connettività 5G entro la fine del 2020. Peccato, però, che la casa che dovrebbe fornirle i chip non se la stia passando tanto bene.

 

Apple: i modem 5G stanno subendo dei ritardi di produzione

A dare l’informazione in merito alla faccenda è stata Fast Company. Questa ha confermato che Apple sta lentamente perdendo fiducia in Intel dopo che questa non ha rispettato le scadenze in merito alla produzione dei modem XMM 8160 5G. Questi dovevano essere pronti entro l’inizio del 2020 ma a quanto pare non sarà così. Al colosso di Cupertino non resta altro che provare a produrre i chip da sola.

Le altre case produttrici di modem 5G stanno avendo anch’esse numerosi problemi e non riuscirebbero a coprire la richiesta del colosso di Cupertino. L’unica possibilità sarebbe quella di affidarsi a Qualcomm. Sappiamo, però, quanto sia problematica la situazione tra le due aziende. Sembra che la mela morsicata abbia già radunato 100 ingegneri per lavorare al progetto. A questo punto, l’uscita di un iPhone con connettività 5G entro il 2020 è a rischio. Restate in attesa per ulteriori aggiornamenti a riguardo.