Il temibile Cthulhu è esistito davvero, la creatura che terrorizzò i mari è un oloturia vissuta 430 milioni di anni fa. I ricercatori hanno mostrato il suo aspetto spaventoso con una ricostruzione in 3D basata sul fossile di questa creatura ancestrale.

A realizzare la scoperta, un team internazionale di paleontologi, sotto la direzione del Museo di Storia Naturale dell’Università di Oxford. Il fossile tramite il quale è stata possibile la ricostruzione è stato rinvenuto in Inghilterra, nell’Herefordshire.

La spaventosa creatura tentacolare ricostruita dai ricercatori è stata nominata Sollasina cthulhu, proprio in onore del terrificante personaggio dei romanzi di Lovecraft.

Cthulhu è infatti una creatura immaginaria ideata dallo scrittore statunitense Howard Phillips Lovecraft. Un essere semi-divino di imponenti dimensioni e dotato di una enorme forza, che dimora nella perduta città sommersa di R’lyeh. Nei suoi racconti l’autore e lo ha definito come un essere blasfemo, adorato da selvaggi e folli, correlato con incubi e che richiede sacrifici umani. Cthulhu appare per la prima volta nel racconto intitolato “Il richiamo di Cthulhu” del 1928.

 

Il temibile cetriolo di mare largo 3 cm e con lunghi tentacoli

I ricercatori hanno ottenuto la ricostruzione dell’oloturia, partendo da sottili strati del fossile, creando immagini di ogni singolo strato che sono poi state elaborate al computer per ottenere un “fossile virtuale”.

Dalla ricostruzione emerge che si trattava di una creatura dotata di tentacoli a tubo, che usava per procurarsi il cibo e per muoversi sui fondali marini. Il rendering 3D ha rilevato una caratteristica osservata per la prima volta nei cetrioli di mare. Si tratta infatti di un anello interno che faceva probabilmente parte di un sistema vascolare, costituito da canali in cui scorreva del liquido, utilizzati dalla creatura per muoversi e nutrirsi.

Il corpo di questo cetriolo di mare sarebbe stato largo all’incirca 3 cm ma, secondo i ricercatori, doveva comunque apparire un mostro terribile alle altre piccole creature marine che popolavano i mari di 430 milioni di anni fa, a causa dei suoi numerosi e lunghi tentacoli.