beowulf

Beowulf, il poema epico di eroi e mostri, è stato composto da un singolo autore, suggerisce la ricerca, versando acqua fredda sull’idea che fosse stato creato cucendo insieme due poesie.

Una delle opere più famose dell’antico inglese, Beowulf racconta dell’eroe eponimo che sconfigge il mostro Grendel e sua madre, salvando così i danesi da un regno di terrore, prima di tornare nella sua terra natale e morire in una battaglia con un drago.

 

Oggetto di dibattito da anni

Ma il poema è stato oggetto di un lungo dibattito. Mentre alcuni hanno sostenuto che il lavoro è il prodotto di più poeti, altri – tra cui lo scrittore e autore del Signore degli Anelli JRR Tolkien – hanno detto che l’evidenza suggerisce che si tratti di un lavoro di un singolo poeta.

Recentemente il dibattito è riemerso con alcuni che suggeriscono che il poema è il risultato di due diverse opere unite – una che ha coinvolto le scappatelle di Beowulf in Danimarca e una che ha coinvolto il drago.

beowulf
Il poema ha ispirato il film “La leggenda di Beowulf”

Ora uno studio aggiunge un crescente numero di lavori che suggeriscono che Beowulf era composto da un solo poeta.

La questione dell’autore è un argomento di interesse perenne negli studi di Beowulf“, ha detto Leonard Neidorf, professore di letteratura inglese presso l’Università di Nanjing e coautore della ricerca. “Il nostro articolo riapre la domanda per applicare per la prima volta alcuni dei più sofisticati metodi computazionali disponibili per l’identificazione degli autori.”

 

Un lavoro di precisione

Scrivendo sulla rivista Nature Human Behaviour, il team di ricercatori statunitensi e cinesi riporta come sono giunti alla loro conclusione dividendo il poema in due parti attorno ai punti in cui gli studiosi hanno suggerito una divisione e analizzando le piccole caratteristiche del testo.

Mentre diversi aspetti del poema, tra cui l’uso delle parole, i temi e lo stile, sono stati esplorati in precedenza, l’ultimo studio esamina anche le caratteristiche più piccole del testo e i loro modelli di utilizzo. Questi includono l’uso di certi tipi di pause, l’uso di ritmi diversi e l’occorrenza di parole composte– come “bone-house” (scritto come ban-hus), che secondo gli autori era usato per significare “corpo umano”. Il team ha anche esaminato l’uso di gruppi di lettere trovate all’interno di parole, che sono importanti per il suono di un poema.

beowulf

I risultati, derivati ​​dall’analisi computerizzata, rivelano sorprendenti somiglianze nel modo in cui tali caratteristiche sono state utilizzate in entrambe le sezioni del testo. Ciò suggerisce – sebbene non possa dimostrare in modo conclusivo – che fosse opera di un singolo poeta, affermano i ricercatori.

Al contrario, la Genesi dell’antica letteratura inglese, che si crede sia il prodotto di più di un poeta, è stata trovata per avere differenze marcate, sia in termini di modelli delle pause e l’uso di parole composte, tra ciò che si pensa siano le sue parti costituenti.

 

Dell’autore si sa sempre ben poco

Ma i misteri rimangono – non ultima l’identità dell’autore di Beowulf. “Il massimo che si può dedurre dal linguaggio del poema è che l’autore probabilmente parlò il dialetto merciano e probabilmente visse durante la prima metà dell’VIII secolo”, ha detto Madison Krieger, co-autrice dello studio dell’Università di Harvard.

Oltre ai risultati su Beowulf, il team sostiene che l’approccio sostiene anche la controversa affermazione secondo cui il poema anglicano inglese Andreas, che rappresenta le drammatiche imprese di Sant’Andrea, era composto da un poeta chiamato Cynewulf, che si ritiene abbia creato almeno quattro altri lavori basati sulla religione.

“Con Cynewulf, i nostri test incoraggiano gli studiosi a riconsiderare una possibilità che non è stata seriamente intrattenuta nell’ultimo mezzo secolo“, scrivono i ricercatori.

 

Non tutti sono d’accordo

Il dott. Francis Leneghan, un esperto di Beowulf presso l’Università di Oxford, ha detto che lo studio ha unito un insieme di prove a sostegno dell’opinione che Beowulf fosse composto da un poeta. Tuttavia, ha detto che sarebbe stato utile applicare l’analisi a pezzi più piccoli del testo per verificare l’idea che avrebbe potuto essere formata da molti poemi più piccoli cuciti insieme, o che alcune linee potrebbero essere state aggiunte nel corso dei secoli dagli scribi.

Leneghan ha detto che le conclusioni degli autori intorno ad Andreas erano meno convincenti e avrebbero sollevato il dibattito, osservando che si pensava che l’autore di Andreas avesse quasi certamente letto Beowulf e le opere di Cynewulf. “Le somiglianze tra Andreas e le opere di Cynewulf sono più probabilmente il risultato dell’imitazione“, ha detto.

beowulf

Kriger ha sottolineato che i risultati non erano definitivi. “Siamo assolutamente d’accordo sull’idea che Andreas potrebbe essere scritto da un imitatore di Cynewulf“, ha detto. “Il nostro lavoro suggerisce che questa potrebbe essere una spiegazione meno probabile di quanto gli studiosi abbiano creduto in passato.