Oppo ha reso noti i dettagli del suo nuovo smartphone di punta, l’Oppo Reno, ufficialmente lanciato il 10 aprile. La casa fa sapere che Reno è disponibile in due versioni: la versione base presenta un display da 6,4 pollici con uno schermo OLED, un processore Snapdragon 710 SoC e una doppia fotocamera; mentre il Reno 10x Zoom Edition è dotato di un display da 6,6 pollici, processore Snapdragon 855 e tre fotocamere posteriori.

 

Caratteristiche di tutto rispetto

Entrambe le versioni sono caratterizzate da un originale design che posiziona la fotocamera anteriore nascosta dietro lo schermo, con uno stile “pop-up” per offrire un display senza tagli, e da uno scanner di impronte digitali per sbloccare il dispositivo. Poiché Oppo è di proprietà della stessa casa madre di OnePlus, queste caratteristiche vanno con ogni probabilità a confermare le voci su OnePlus 7, che parlano di una “selfie cam pop-up” anche sul nuovo modello della casa cinese.

oppo

 

Le due versioni di Reno vanno a prendere il posto dell’Oppo Find X, lanciato lo scorso anno, come top di gamma dell’azienda cinese ed è disponibile in quattro colorazioni: oro, nero, viola e blu. Oltre alle specifiche tecniche, Oppo ha rivelato informazioni sul prezzo di Reno, ma solo per quando riguarda il mercato cinese.

 

Un top di gamma a prezzi non eccessivi

I prezzi sembrano molto interessanti: il Reno base costa 2999 yuan, con 6 GB di RAM e 128 GB di spazio di archiviazione; 3299 yuan per la versione da 6 GB di RAM e 256 GB di spazio di archiviazione; e 3599 yuan per quella da 8 GB di RAM e 256 GB di spazio di archiviazione; rispettivamente, i prezzi si aggirerebbero intorno ai 400, 450 e 500 euro.

oppo

L’Oppo Reno 10x Zoom Edition, la versione maggiorata, parte da 3999 yuan (530 euro) per 6 GB di RAM e 128 GB di spazio di archiviazione, passando a 4499 yuan (600 euro) per la versione da 6 GB di RAM e 256 GB e 4799 yuan (635 euro) per quella da 8 GB di RAM e 256 GB. Per entrambe le versioni, tuttavia, i prezzi riportati sono esentasse e pertanto andranno inevitabilmente a variare al momento dell’arrivo dello smartphone sul mercato globale.