stratolaunch

Sabato mattina, esattamente 45 minuti dopo che il sole ha iniziato a salire sopra il deserto del Mojave, l’aereo più grande mai creato – e la sua apertura alare da record di 117 metri– è decollato per la prima volta. L’aereo, della compagnia Stratolaunch, è portato alla luce dopo otto anni di lavoro. Entro il 2022, l’azienda spera di utilizzare il doppio velivolo fusoliera, a sei motori, in stile catamarano per lanciare razzi satelliti nello spazio.

Tutti voi siete stati molto pazienti e molto tolleranti nel corso degli anni in attesa di far decollare questo grande uccello, e alla fine lo abbiamo fatto“, ha detto ai giornalisti il ​​CEO di Stratolaunch, Jean Floyd, in una conferenza stampa. La compagnia ha riportato una velocità di volo di 304 km/h e un’altezza di 5181 metri durante i 150 minuti di volo di prova, prima di atterrare in sicurezza al Mojave Air and Space Port.

 

Un primo volo da manuale

“I sistemi sull’aereo hanno funzionato precisi come un orologio”, ha detto ai giornalisti il ​​collaudatore Evan Thomas.

Ma gli eventi della giornata erano agrodolci. Il co-fondatore di Microsoft Paul Allen, un appassionato di spazio da lungo tempo che ha fondato e finanziato il progetto Stratolaunch, è scomparso lo scorso ottobre a 65 anni per complicanze legate al linfoma non-Hodgkin.

stratolaunch

Anche se oggi non era lì, mentre l’aereo si sollevava con garbo dalla passerella, ho sussurrato un ‘grazie’ a Paul per avermi permesso di fare parte di questo straordinario risultato”, ha detto Floyd.

Un giorno non molto lontano, Stratolaunch spera di trasportare navi da razzo da 250 tonnellate cariche di satelliti ad un’altezza di 10.000 metri – nella stratosfera. Una volta a un’altitudine di crociera, i motori di un razzo si accenderebbero, trasportando il carico e il suo carico satellitare fino allo spazio.

 

L’obiettivo è porsi al disopra della concorrenza

Solo poche strutture selezionate, come il Kennedy Space Center in Florida, sono in grado di gestire lanci di razzi, il che significa concorrenza serrata per la pianificazione e lunghi tempi di attesa. Gli aeroplani possono decollare da molte più piste, che la speranza di Stratolaunch darà ai propri velivoli un vantaggio competitivo per coloro che desiderano lanciare i satelliti in orbita.

stratolaunch

I sei motori Pratt & Whitney dell’aeroplano e il carrello di atterraggio a 28 ruote erano originariamente progettati per i Boeing 747. Infatti, l’azienda aerospaziale Scaled Composites, che ha lavorato con Stratolaunch per costruire l’aereo, ha risparmiato denaro riutilizzando tre 747 per metterlo insieme. Il velivolo riempie quasi ogni angolo del suo hangar nel Mojave Air and Space Port. Il suo peso massimo al decollo è di 1,3 milioni di libbre (si superano le 500 tonnellate).

 

Il futuro di Stratolaunch non è molto chiaro

Le ambizioni di Stratolaunch si sono spostate negli anni passati. Originariamente intendeva trasportare nello spazio Falcon 9 modificati, di SpaceX, ma le due società si separarono presto. Entro il 2016, ha trovato un nuovo partner, l’Orbital ATK di proprietà di Northrop Grumman, che costruisce il razzo Pegasus XL. Stratolaunch sperava una volta di costruire la propria nave missilistica e motori a razzo, ma ha interrotto il progetto e licenziato alcuni lavoratori all’inizio di quest’anno.

Sebbene i rappresentanti della holding di Allen abbiano affermato che il miliardario accantonerà i fondi per Stratolaunch prima della sua morte, il futuro dell’impresa non è del tutto chiaro. Un portavoce della compagnia non ha potuto dire immediatamente quando Stratolaunch ha pianificato di completare ulteriori voli, e l’aeromobile avrà bisogno della certificazione della Federal Aviation Administration prima che possa iniziare a trasportare missili e satelliti nello spazio.

stratolaunch

Anche il progetto Stratolaunch è sottoposto a pressioni esterne. La compagnia Virgin Orbit di Richard Branson cerca di eseguire il proprio test su un Boeing 747 modificato alla fine di quest’anno, un aeroplano costruito anch’esso per portare in orbita razzi satelliti.

Sabato mattina, però, la squadra di Stratolaunch era di ottimo umore. “Dedichiamo questa giornata all’uomo che ci ha ispirato tutti a lottare per trovare il modo di rafforzare i risolutori del mondo, Paul Allen”, ha detto Floyd. “Senza dubbio, sarebbe stato orgoglioso di vedere il suo aereo prendere il volo.”