facebook

Il social network di Mark Zuckerberg ne fa una al giorno. Nelle scorse ore un nuovo scandalo ha avvolto l’azienda. Pare che Facebook abbia acquisito milioni di contatti e-mail di utenti di tutto il mondo senza che questi avessero dato nessun tipo di consenso a riguardo. Quali saranno le spiegazioni della casa?

Sono mesi oramai che l’azienda del social network blu è nell’occhio del ciclone per quanto riguarda la questione “privacy” degli utenti. Nelle scorse ore, il noto sito americano Business Insider ha fatto nota della nuova violazione. D’altra parte, Facebook è subito intervenuta per difendersi. Scopriamo cosa ha detto.

 

Facebook: le e-mail sono state utilizzare per creare social connections

Secondo quanto riportato da Business Insider, Facebook ha iniziato ad acquisire i contatti e-mail degli utenti a partire da Maggio 2016. Pare che ad essere interessati siano stati tutti i nuovi utenti del social network. Il problema fondamentalmente sta nel fatto che la casa non ha chiesto nessun tipo di consenso agli utenti. Sembra che i contatti fossero usati a scopo di creazione di database di social connection. Al momento non sappiamo se i dati sono stati utilizzati anche per scopo di marketing.

Facebook ha deciso di rispondere direttamente alle accuse avanzate dal sito. Questa ha confermato che non era a conoscenza dell’acquisizione di questi contatti. Non c’è bisogno di dire che molti non credono alla versione dell’azienda. La casa ha fatto sapere che sta procedendo alla rimozione di tutti i dati di questo tipo dai suoi database. Restate in attesa per ulteriori aggiornamenti a riguardo.