lightsail-veicolo-spaziale

La fondazione americana no profit Planetary Society lancerà il LightSail 2 il prossimo 22 Giugno. Il lancio partirà dal Kennedy Space Center in Florida e avrà come protagonista un veicolo spaziale unico nel suo genere. LightSail 2 sarà infatti la prima navetta a raggiungere l’orbita sfruttando esclusivamente la luce solare.

Il veicolo non farà alcun affidamento sull’utilizzo del carburante. Esso è dotato di vele solari che, una volta aperte, cattureranno le radiazioni elettromagnetiche provenienti dal Sole. Grazie alle radiazioni, si creerà una sorta di spinta fotonica e la quantità di moto ricavata dalla nostra stella, permetterà al veicolo di raggiungere e mantenere la propria orbita senza l’ausilio del carburante.

 

Il veicolo LightSail 2

Secondo il sito della Planetary Society, LightSail 2 è un veicolo abbastanza piccolo. Le sue dimensioni sono simili a quelle di un tostapane e non supera i 5 kg. Esso è composto da quattro unità. Le prime due contengono tutti gli strumenti come: un piccolo satellite, telecamere e sistemi di controllo. Le ultime hanno il compito di aprire le vele solari che permetteranno al veicolo di muoversi. Per questo motivo LightSail 2 è stato soprannominato il “veliero spaziale”.

Il lancio si LightSail 2 avverrà all’interno di un P-Pod (Poly Picosatellite Orbital Deployer), un contenitore che porterà il veicolo per sette giorni. Successivamente LightSail 2 avrà il compito di dispiegare le vele solari che gli permetteranno di raggiungere un’orbita a 720 chilometri dalla Terra. L’energia cinetica fornita dal Sole, anche se molto debole, è una fonte inesauribile. Questo permetterà al piccolo veicolo di rimanere in orbita senza aver bisogno di carburante.