ansia

Secondo un recente studio per risolvere alcuni dei problemi legati alla nostra mente, come ad esempio l’ansia, basterebbe prendersi cura del nostro intestino, in particolare della flora batterica intestinale.

 

La flora batterica intestinale e la sua importanza per la nostra salute

I trilioni di microrganismi che compongono la flora batterica intestinale sono infatti fondamentali per il buon funzionamento di alcuni processi del nostro corpo, come il sistema immunitario ed il metabolismo. Assumere dei probiotici ad esempio può aiutare a regolare la qualità ed il numero dei batteri della flora intestinale, e sembrerebbe che questo possa migliorare anche alcune delle nostre funzioni cerebrali e aiutare a ridurre l’ansia.

I probiotici che possono essere introdotti con l’alimentazione o con integratori, sono dei microrganismi noti anche come “batteri buoni” che impediscono ad altri batteri, potenzialmente dannosi per l’organismo, di stabilirsi nell’intestino e danneggiare la flora batterica intestinale.

 

Un intestino in buona saluta aiuta a combattere l’ansia

Una buona salute intestinale potrebbe essere quindi un aiuto fondamentale per la nostra salute mentale e la riduzione degli stati d’ansia, secondo questo nuovo studio, anche se ancora non sono state presentate delle prove specifiche a sostegno di questa teoria. Secondo i ricercatori dell’Università di Jiao Tong a Shanghai, “una buona flora intestinale può aiutare a regolare la funzione cerebrale attraverso quello che viene chiamato l’asse intestino-cervello”.

I ricercatori sono giunti a questo risultato analizzato i dati ottenuti da 21 studi diversi, per un campione totale di circa 1500 persone. I diversi studi presi in esame dai ricercatori, erano incentrati su diversi tipi, combinazioni e concentrazioni di probiotici. Alcuni ne contenevano un solo tipo, altri invece due o più tipi.

Nel totale, 11 dei 21 studi presi in esame avevano dimostrato avere un effetto positivo della regolazione della flora intestinale, sui sintomi dovuti all’ansia. Questo significa che nel 52% degli studi hanno dimostrato una correlazione positiva tra i due aspetti.

Nell’articolo pubblicato sulla rivista General Psychiatry, i ricercatori hanno affermato che “le persone che manifestano sintomi di ansia potrebbero essere aiutate adottando misure per regolare i microrganismi nell’intestino, usando cibi ed integratori probiotici e non probiotici”. Oltre all’utilizzo di farmaci psichiatrici per il trattamento, quindi si “possono anche considerare la regolazione della flora intestinale per alleviare i sintomi d’ansia“.

Anche se dagli studi non emerge nessuna relazione causa effetto e non è chiaro il meccanismo chimico e biologico per cui questo avviene, sembrerebbe quindi che una buona regolazione intestinale influirebbe positivamente sulla riduzione dell’ansia. In fondo mantenere in buona salute il nostro intestino, non può che avere effetti positivi sulla salute in generale.