Questo fine settimana un asteroide del tutto particolare passerà molto vicino al nostro Pianeta. Si tratta infatti di un asteroide “in compagnia” della sua piccola luna. La roccia spaziale sfreccerà accanto al nostro Pianeta ad una velocità di 77 mila km/h alle 1:05 di Domenica 26 Maggio (ora italiana), e si troverà ad una distanza di 5.182.015 km dalla Terra. Una distanza sicura per tutti noi, è infatti più di 13 volte la distanza che c’è tra la Luna e la Terra.

 

L’asteroide 1999 KW4 ed il suo piccolo compagno

Questo piccolo asteroide, denominato 1999 KW4, ha un diametro di circa 1,5 km e la sua luna è un sassolino di appena 500m che orbita attorno alla roccia principale ogni 16 ore ad una distanza di circa 2,6 km. Si tratta di un asteroide che ha un orbita tra Venere e la Terra che completa in 188 giorni, un orbita il cui semiasse maggiore è meno di un unità astronomica (asteroide di tipo Aten, dal nome del primo degli asteroidi individuati con un orbita del genere). 

1999 KW4, come rivela il suo nome è stato scoperto nel 199 grazie alle osservazioni del LIncoln Near-Earth Asteroid Research (LINEAR) che utilizzava gli osservatori Goldstone e Arecibo. Grazie alle osservazioni conosciamo bene la sua forma e la sua orbita. La forma di 1999 KW4 è davvero particolare, è infatti leggermente schiacciato con una sorta di cresta equatoriale, che ricorda molto ad esempio quella dell’asteroide Ryugu, che lo fa assomigliare ad una trottola. Il Minor Planet Center dello Smithsonian Astrophysical Observatory, lo ha classificato come Near-Earth Object potenzialmente pericoloso ma l’orbita, che è stata ben identificata, non rappresenta alcun rischio per noi. La distanza minima a cui mai passera sopra le nostre teste è infatti 5 volte magiore alla distanza Luna-Terra.

 

Come osservare il passaggio

Questo passaggio sarà osservato professionalmente in due differenti indagini: dall’Osservatorio Arecibo di Puerto Rico, dal 29 Maggio al 7 giugno, e tramite il Goldstone Solar System Radar della NASA dal 26 al 31 Maggio.

Si tratta di un passaggio davvero molto particolare che offrirà un entusiasmante spettacolo agli appassionati di astronomia e agli astronomi che potranno osservarlo per qualche giorno attorno al 26 Maggio. Nonostante sia relativamente vicino, non sarà possibile osservarlo ad occhio nudo, avremo bisogno almeno di un telescopio da 8 pollici per osservare la roccia spaziale. Il prossimo passaggio, ancora più vicino di questo, sarà il 25 Maggio del 2036.