starlink

Elon Musk ha scatenato fra gli americani il timore che una “flotta aliena” sia arrivata per conquistare l’umanità dopo aver inviato i 60 satelliti in orbita attorno alla Terra, come parte del progetto Starlink. Questi satelliti sono in realtà utilizzati per fornire connessione Internet in tutto il mondo, ma alcune persone hanno creduto che fossero un’armata extraterrestre inviata a conquistare la Terra.

starlink

Un sito web olandese che si occupa di teorie del complotto ha affermato di aver ricevuto 150 segnalazioni dopo che i satelliti di Musk hanno sorvolato i Paesi Bassi, mentre alcuni astronomi australiani affermavano di aver visto un “treno alieno” nel cielo. Alcuni descrivevano infatti il fenomeno come un “bizzarro treno di stelle o luci che si muoveva attraverso i cieli a velocità costante“; addirittura qualcuno si è chiesto: “la Russia sta attaccando gli Stati Uniti?

 

Non è il caso di allarmarsi, Starlink è più “terrestre” che mai

Alcuni astronomi però, temono che i satelliti di SpaceX blocchino la loro visuale dello spazio. Michael J. I. Brown, professore associato di astronomia all’Università di Monash, ha dichiarato: “mentre alcuni rapporti indicano che sono necessari binocoli per osservare i singoli satelliti, altri riferiscono anche che i satelliti Starlink brillano in maniera più intensa di qualsiasi stella naturale. Gli astronomi professionisti come me potrebbero sentire la mancanza per il cielo stellato di una volta, anche se non posso dire di non vedere l’ora“.

starlink

Il progetto Starlink è stato approvato dall’Agenzia di Comunicazione statunitense, che prevede il lancio di 12.000 satelliti nello spazio. Il fondatore di SpaceX, Elon Musk, ha affermato che una volta attivo, la rete garantirà un terabit di larghezza di banda alla Terra, con l’obiettivo di utilizzare la nuova rete per fornire un migliore accesso a Internet in aree del mondo meno servite. Il lancio è avvenuto dopo che due precedenti lanci programmati sono stati annullati a causa di forti venti, richiedendo ulteriori controlli di sicurezza.