Home News

Obbligo di piantare alberi: la particolare legge proposta dal governo filippino

Non sarà la cura di tutti i mali, ma se tutti i paesi del mondo si piantassero alberi allora ci sarebbero dei cambiamenti non indifferenti

obbligo-piantare-alberi-filippine

La Terra sta subendo pesanti cambiamenti climatici e sebbene a questo punto della situazione la deforestazione è un problema che sta influendo in maniera minore per alcuni paesi risulta essere comunque un qualcosa che va affrontato con serietà. Tra questi troviamo sicuramente le Filippine le quali, per riportare qualche numero, tra il 1990 e il 2005 hanno perso poco più del 32% della copertura forestale. Questi sono gli ultimi dati certi o comunque fatti circolare, ma risulta essere un fenomeno ancora in atto anche se dal 2015 si registrano delle crescite in termini numerici di alberi in alcune zone specifiche.

Per cercare di invertire questi numeri alcuni membri del governo del paese hanno proposto una legge particolare la quale dovrà essere approvata dal Senato. Il nome è Legacy of the Environment Act e tra le tante cose che ci sono scritte ce n’è una particolare ovvero che tutti gli studenti dovranno piantare almeno 10 alberi prima di laurearsi. Questo si può tradurre in miliardi e miliardi di nuove piante del paese che serviranno per un futuro, si spera, più sicuro dal punto di vista ambientale.

 

Obbligo di piantare alberi

Ecco una dichiarazione di Gary Alejano, uno dei due rappresentati della Camera del parlamento filippino che ha proposto tale legge: “Questa iniziativa, se attuata correttamente, assicurerà che ogni anno vengano piantati almeno 175 milioni di nuovi alberi: nel corso di una generazione, nell’ambito di questa iniziativa possono essere piantati non meno di 525 miliardi. Anche con un tasso di sopravvivenza di solo il 10 percento, ciò significherebbe un ulteriore 525 milioni di alberi disponibili per i giovani, quando assumono il mantello della leadership in futuro.


Obbligo di piantare alberi: la particolare legge proposta dal governo filippino