samsung

Molto si è detto riguardo la batteria del Samsung Galaxy Note 10, ma alcune indiscrezioni suggeriscono che il nuovo phablet della casa coreana potrebbe non presentare tutte le funzionalità e le innovazioni che il pubblico si aspetta. Infatti, Max Weinbach di XDA-Developers.com ha dichiarato in un post su Twitter che Samsung ha deciso di utilizzare la ricarica da 25W per il prossimo Note.

 

Niente ricarica da 45W su Samsung Galaxy Note 10

Questo smentirebbe le voci circolate qualche tempo fa, che suggerivano l’intenzione di Samsung di optare per una ricarica da 45W. Secondo Weinbach, Samsung porterà il più veloce sistema da 45W sul Galaxy A90, considerando perciò escluso il Note 10 da questo significativo aggiornamento.

samsung

Questa è una brutta notizia per coloro che avevano sperato in una ricarica più veloce. Con questa tecnologia, il Galaxy Note 10 avrebbe potuto ricaricarsi molto più rapidamente rispetto alle tradizionali tecnologie di ricarica. Era perciò molto diffusa la speranza che la casa avrebbe presentato la nuova funzionalità nel suo dispositivo di punta, il cui lancio sarebbe programmato entro quest’estate.

 

L’A90 potrebbe sfruttare la nuova tecnologia, in modo da saggiarne l’efficienza

A prima vista, la decisione dell’azienda di riservare l’opzione di ricarica da 45 W al solo Galaxy A90 potrebbe far storcere il naso ai fan più accaniti, ma ci sarebbe in realtà una buona ragione dietro questa “mancanza”. I dispositivi Galaxy A di Samsung sono telefoni di media gamma e perciò venduti ad un prezzo relativamente economico; tuttavia, Samsung li usa anche per sperimentare nuove funzionalità.

samsung

In altre parole, Samsung potrebbe utilizzare l’A90 come banco di prova per la tecnologia di ricarica da 45W e, se i risultati saranno incoraggianti, la compagnia potrebbe portarla anche sui dispositivi futuri. Detto questo, non è chiaro chi sia la fonte di Weinbach in merito a queste voci, nè tanto meno se la persona abbia reale conoscenza dei piani di Samsung, ma non ci resta che attendere quest’estate, quando la compagnia svelerà la sua punta di diamante.