cancro-colon-intelligenza-artificiale

Sempre più spesso sentiamo parlare di forme tumorali e di cancro che vengono rivelate dall’Intelligenza Artificiale grazie a dei segnali che i medici a stento riescono a cogliere in uno stato troppo acerbo. A questo giro, come da titolo, l’apporto di questo tipo di tecnologia non sta solo nella diagnosi, ma anche nella cura del paziente. Questa patologia è nel suo tipo la seconda più in comune in Italia e quindi migliorare i sistemi di diagnosi, di prevenzioni e i trattamenti medici è fondamentale.

In questi, dal 13 al 15 giugno, si terrà il corso internazionale di Endoscopia nel quale si terrà qualcosa di innovativo. Per la prima volta al mondo verrà trasmessa in streaming una colonscopia particolare. Perché particolare? Perché verrà effettuata con l’ausilio di una Intelligenza Artificiale. Non solo questo aiuto servirà per una diagnosi più corretta e precisa, un aspetto per certi versi molto più importante che in altre forme patologiche simili.

 

Cancro al colon e intelligenza artificiale

Per circoscrivere il diffondersi della malattia bisogna individuare i polipi all’interno dell’organo. Una volta individuati si può operare e quindi un sistema che risulta essere più preciso e che riesce a riconoscere i precursori ancora prima dell’occhio umano è importantissimo.

Ecco la dichiarazione riportata dal Il Sole 24 Ore di Alessandro Repici, professore di Gastroenterologia di Humanitas University: “In Europa un paziente ogni 3 minuti muore di cancro del colon e la colonscopia rappresenta la più grande arma di prevenzione di questa malattia. L’introduzione dell’intelligenza artificiale rappresenta una rivoluzione tecnologica che contribuirà ad abbattere drasticamente la mortalità per questo tumore. Grazie all’intelligenza artificiale, la colonscopia diventerà molto più precisa e selettiva nell’individuare i cosiddetti polipi, precursori del cancro. Dopodiché basterà un’operazione in endoscopia di rimozione dei polipi per scongiurare l’insorgere del tumore.”