L’Asteroid Day si avvicina! È infatti prevista per il 30 Giugno, la giornata mondiale degli asteroidi, organizzata dall’ONU. Una giornata che ha lo scopo di attirare l’attenzione l’opinione pubblica globale, sulle tante rocce spaziali, di tutte le dimensioni, che sono disperse nell’infinità dell’Universo.

 

L’importanza dello studio degli asteroidi sottolineata grazie all’Asteroid Day

Una giornata che vuole porre l’attenzione non solo sull’allarmismo e la paura che spesso queste rocce scatenano nel pubblico, perché gli asteroidi non sono solo una minaccia, ma anche una preziosa fonte di informazioni per l’indagine sulla storia della Terra.

Grazie allo studio degli asteroidi, negli ultimi anni, siamo riusciti ad acquisire infatti molte informazioni su come essi abbiano influenzato l’evoluzione del nostro e di altri pianeti, nonché dei satelliti come la Luna. Molti materiali che compongono la nostra Terra e ne hanno permesso lo sviluppo, sono infatti letteralmente piombati dal cielo proprio grazie a queste minacciose rocce spaziali.

 

Bennu e Ryugu: due asteroidi importanti per la comprensione della storia della Terra e dell’Universo

Tra gli asteroidi su cui in questo periodo sono attive missioni scientifiche e di ricerca, vi sono gli asteroidi Bennu e Ryugu. Il primo viene studiato dagli USA con la missione Origins Spectral Interpretation Resource Identification Security Regolith Explorer (OSIRIS-REx). Si tratta di una missione spaziale sviluppata dalla NASA per l’esplorazione degli asteroidi nell’ambito del Programma New Frontiers. Il 3 Dicembre 2018, la sonda ha raggiunto l’asteroide Bennu, e dopo 505 giorni trascorsi in orbita attorno all’asteroide, la sonda preleverà un campione dalla sua superficie che porterà sulla Terra nel 2023.

Anche la Hayabusa-2, la sonda giapponese che studia l’asteroide Ryugu, ne riporterà dei campioni sulla Terra. La sonda ha infatti già effettuato con successo i prelievi di materiale dal piccolo Ryugu, un asteroide di quasi 1 km di diametro con una e delle caratteristiche insolite, che potrebbe fornire importanti dettagli sulla storia dell’Universo.

Hayabusa 2 (はやぶさ) è sviluppata dall’Agenzia Spaziale Giapponese (JAXA) ed è stata lanciata il 3 Dicembre 2018, raggiungendo Ryugu il 27 Giugno 2018 ed orbitandogli ad una distanza di circa 20 chilometri. Il primo tentativo di raccolta campioni è stato effettuato il 21 Febbraio 2019 e dopo un secondo campionamento della superficie, avvenuto ad Aprile 2019, è stato finalmente creato il cratere da cui dovrebbe essere prelevato a breve, il materiale non contaminato dall’interazione con i raggi cosmici, vento solare e impatti con micrometeoriti a cui è soggetta la superficie di Ryugu.

Hayabusa riprenderà la strada di casa tra Novembre e Dicembre 2019, e quando si troverà in prossimità del poligono militare di Woomera, in Australia in rilascerà una capsula contente i campioni raccolti. Il viaggio durerà circa un anno e la capsula quindi dovrebbe raggiungere la Terra a Dicembre del 2020, quando la JAXA potrà finalmente analizzare i campioni di Ryugu.

 

Asteroid Day: sarà presente anche l’ESA con il suo studio sui NEO

All’Asteroid Day sarà presente anche l’Agenzia Spaziale Europea (ESA), con le sue indagini degli ultimi decenni, sulla rilevazione di asteroidi potenzialmente pericolosi per il nostro Pianeta e per la nostra stessa sopravvivenza.

Sono molte infatti le indagini condotte dall’ESA per l’individuazione dei Near Earth Object (NEO), ovvero tutti quegli asteroidi che hanno in orbita che li porta pericolosamente vicino alla Terra. Fino ad ora l’ESA e altri enti, hanno individuato circa 10 milioni di NEO, considerando comunque solo quelli con un diametro potenzialmente pericoloso, ovvero sopra i 10 m. Sotto queste dimensioni infatti, gli asteroidi si trasformerebbero in semplici meteoriti bell’atmosfera terrestre.

Durante questo evento dedicato agli asteroidi, saranno organizzati eventi a livello globale, che coinvolgeranno moltissime agenzie spaziali ed enti di studio e di ricerca. L’Asteroid Day avrò luogo dunque in tutto il mondo, ed ogni paese partecipante organizzerà incontri convention ed eventi. Sul sito ufficiale dell’Asteroid Day, si potrà consultare l’elenco di tutte le attività organizzate dai diversi paesi.