grandine-messico-tempesta-tempo

Uno degli effetti del cambiamento climatico sono le condizioni meteo impazzite. Un esempio di questo può benissimo essere la grandinata anomala che ha colpito una città nel sud-ovest del Messico; l’ondata di caldo che ha colpito l’Italia non si può considerare esattamente anomala. Il ghiaccio è piovuto dal cielo con un’intensità tale che alla fine le strade erano ricoperte da uno strano di ghiaccio alto un metro e mezzo. Giusto per sottolineare l’anomalia, la temperatura all’inizio di tale tempesta era di 31 gradi Celsius.

Perché questo aspetto importante? Perché nonostante tale temperatura molti individui hanno presentato i segni dell’ipotermia. Miracolosamente la caduta diretta dei chicchi di ghiaccio non ha fatto feriti o morti, ma a terra le temperature si sono abbassate parecchio e questo ha causato diversi problemi.

 

La tempesta di grandine che ha colpito il Messico

Com’è facile ipotizzare una caduta così massiccia di ghiaccio ha causato enormi disagi per le stare della città. Se da un lato c’è stata la fortuna che i chicchi non erano esageratamente grandi da fare danni ingenti o ferire le persone, si è tratta comunque di una mole di ghiaccio. Le immagini parlano da sole, auto sommerse, montagne di ghiaccio messo ai lati delle strade, viabilità bloccata.

D’estate la grandine non è esattamente un fenomeno raro men che meno in Messico durante proprio tale periodo eppure a memoria d’uomo una tempesta di tale intensità non ha precedenti. La domanda a questo punto sorge spontanea: casualità o è veramente un altro effetto dei cambiamenti climatici?