Un sogno per tutti gli amanti di immersioni e del mare sta per realizzarsi, ovvero la possibilità di soggiornare e dormire immersi nelle profondità oceaniche, nell’hotel sottomarino che sarà costruito nei pressi della Grande Barriera Corallina.

Immaginate che cosa potrebbe significare dormire immersi nel profondo blu della costa australiana, poco al largo dell’isola di Lady Musgrave, circondati da coralli e coloratissimi pesci. L’isola si trova a sud del parco marino della Grande Barriera Corallina che è patrimonio mondiale dell’UNESCO.

 

Una meraviglia in pericolo

Proprio per salvare questo patrimonio dell’umanità dall’inquinamento e dal riscaldamento delle acque che la sta lentamente uccidendo, gran parte dei ricavi di questo hotel, in parte finanziato dallo stato, saranno impiegati per la salvaguardia ed il mantenimento della meravigliosa Great Coral Reef, nel tentativo di impedire che muoia del tutto.

Dopo gli eventi drammatici del 2016 e del 2017 infatti, gran parte della Grande Barriera è morta, attraverso il noto e macabro processo dello sbiancamento. I coralli muoiono e perdono il loro colori, i pesci si allontanano e le alghe muoiono, rendendo sterile e bianca questa meravigliosa sinfonia di colori e biodiversità.

Per riuscire nel suo intento di mantenere le spese dell’hotel e ricavare abbastanza per la protezione e la salvaguardia della barriera corallina, l’hotel sottomarino dovrebbe guadagnare almeno 1,8 milioni di dollari all’anno. Proprio per questo un soggiorno di due giorni ed una notte, con formula all-inclusive, in questo hotel costano attorno ai 500$. Ma ne vale di certo la pena, non è infatti un prezzo inaccessibile considerando che si vivrà un’esperienza unica ed indimenticabile, facendo inoltre del bene alla nostra Terra e ad uno degli ecosistemi più preziosi ed in pericolo del nostro Pianeta.

 

L’hotel sottomarino: un’emozione che protegge l’ambiente

L’hotel sottomarino sarà costituito in realtà da un pontile galleggiante di 36 metri e distribuito su 3 diversi livelli, dei quali solo uno sarà sommerso. Il livello che si trova sott’acqua comprende delle stanze con una vista a 360° sulle meraviglie della Grande Barriera Corallina, regalando ai sui 24 ospiti (questa la capacità massima della stanze sommerse) l’incredibile emozione di dormire immersi nell’oceano, ammirando i colori e le meraviglie dei coralli. Al piano che si trova invece sul livello del mare, si troveranno le piattaforme per le escursioni e le gite nelle barche dal fondo di vetro, e fungerà anche da base per le escursioni di snorkeling. L’hotel sarà inoltre totalmente alimentato da pannelli solari.

Secondo quanto affermato da Kate Jones, Ministro del turismo del Queensland, l’hotel sottomarino “ospiterà anche un osservatorio sottomarino con illuminazione UV, così i visitatori potranno sperimentare la barriera corallina di notte”. Il governo australiano è particolarmente attivo nella protezione del suo patrimonio naturalistico ed ha infatti contribuito allo sviluppo del progetto dell’hotel sottomarino con 1 milione di dollari. La sua costruzione, che in linea con la sua politica di conservazione e salvaguardi dell’ambiente, sarò eseguita con materiali riciclabili, sarà completata entro Aprile 2020.