Anche se non abbiamo potuto assistere alla spettacolare eclissi di Sole dello Scorso 2 Luglio, che ha oscurato i cieli del Sud America, potremo comunque osservare dal nostro paese, l’eclissi di Luna che avrà luogo la notte tra il 16 ed il 17 Luglio.

 

Quando e come vedere l’eclissi di Luna

A differenza di quella dello scorso Gennaio, sarà però un’eclissi parziale, in cui la Terra oscurerà la Luna con il suo cono d’ombra coprendola dal 55 al 70%, abbastanza comunque per ammirare lo spettacolo dell’eclissi lunare e per colorare debolmente di rosso il nostro satellite. In Italia potremo vedere la Luna quindi coperta per i suoi 2/3, ma sempre a differenza dell’ultima eclissi, non dovremo svegliarci nel cuore della Notte. L’evento astronomico inizierà infatti alle 19:00 (ora italiana) e sarà osservabile a partire dalle 21:00, con picco massimo di copertura attorno alle 23:30.

Ovviamente non avremo bisogno di particolari accorgimenti per osservarla, solo di un po’ di fortuna per un cielo sereno e limpido. Certo però osservare l’eclissi da luoghi più alti e più bui ha tutto un altro sapore. Volendo con un piccolo telescopio o con un binocolo si potranno osservare maggiori dettagli.

 

La coincidenza con la Luna del Cervo

Inoltre l’eclissi coinciderà con la Luna del Cervo, ovvero il plenilunio di Luglio per la tribù degli indiani Algonchini. Le fu dato questo nome in quanto questo è per loro il mese in cui le nuove corna, ricoperte ancora di peluria, spuntano sulla fronte dei cervi. Altri nomi che indicano il plenilunio di Luglio sono: Luna dei Tuoni, poiché i temporali sono più frequenti in questo periodo; oppure Luna del Fieno.