depressione

Gli adolescenti americani sono depressi. Questi è quello che traspare dagli ultimi rilevamenti: il numero di adolescenti statunitensi di età compresa tra 12 e 17 anni che hanno dichiarato di aver avuto almeno un episodio depressivo importante nel 2017 è aumentato del 59% dal 2007. Si tratta di un totale di 3,2 milioni di adolescenti. Il sintomo più rilevante della depressione è “cattivo umore grave e persistente“, profonda tristezza o senso di disperazione, secondo la Harvard Medical School.

 

Il preoccupante aumento dei casi di depressione tra gli adolescenti

Le ragazze adolescenti sono quelle più a rischio: hanno il triplo delle probabilità, rispetto ai ragazzi adolescenti, di affrontare la depressione. Circa il 20% delle ragazze adolescenti ha citato un episodio depressivo nel 2017, rispetto al 7% dei ragazzi adolescenti. Anche la percentuale di ragazze adolescenti (66%) che hanno recentemente sofferto di depressione è aumentata ad un ritmo più veloce rispetto ai ragazzi adolescenti (44%) dal 2007 al 2017. Tuttavia, le ragazze adolescenti sono anche maggiormente inclini a sottoporsi ad un percorso di cura, testimoniano i risultati dello studio.

depressione

La depressione potrebbe essere correlata alle pressioni quotidiane che gli adolescenti stanno affrontando. Uno studio del Pew Center del 2018 ha rilevato che il 61% degli adolescenti di qualsiasi genere sentiva la pressione in ambito scolastico, per ottenere buoni voti, il 29% sentiva la pressione per cercare di avere sempre un bell’aspetto e il 28% si sentiva oppresso dalla ricerca dell’accettazione sociale.

 

La situazione non è semplice, ma la chiave è l’assistenza sia a casa che a scuola

Gli anni dell’adolescenza sono un indicatore importante della salute mentale dei giovani adulti. Gli adolescenti che si sentono più seguiti, supportati e assistiti sia a casa che a scuola, hanno meno probabilità di sperimentare problemi e rischi di salute mentale, riporta HealthDay News, citando un recente studio del pubblicato dalla rivista Pediatrics.

depressione

Nel complesso, le prospettive per la salute mentale non sembrano buone per le generazioni più giovani, soprattutto considerando i fatto che la depressione è in aumento anche tra i millennials, ossia i nati dopo il 2000. Dati davvero preoccupanti, che gettano più di un’ombra sul futuro delle nuove generazioni.