Boriska Kipriyanovich

Questa si parla di Boriska Kipriyanovich, molti si chiedono se le sue affermazioni siano reali o meno, se le sue predizioni siano da tenere in considerazione, e molti sono quelli che credono alle parole del ragazzo. “Per me, sembra che stesse condividendo i suoi ricordi personali di vite passate. È praticamente impossibile inventare storie del genere“, afferma uno dei testimoni di uno dei racconti del ragazzo.

 

Il giovane Boriska Kipriyanovich, il ragazzo venuto da Marte che custodirebbe importanti segreti

Oggi, dopo aver incontrato i genitori di Boris e averlo conosciuto meglio, si cerca di analizzare attentamente tutte le informazioni raccolte. I suoi genitori sembrano essere persone meravigliose. Nadezhda, la madre di Boriska Kipriyanovich, è una dermatologa in una clinica pubblica. Si è laureata al Volgograd Medical Institute nel 1991. Il padre del ragazzo è un impiegato in pensione.

Entrambi sarebbero felici se qualcuno potesse svelare qualche mistero con l’aiuto del figlio. Per ora, vedono crescere il bambino, oggi ragazzo, nato nella città di Volzhskii in un ospedale di periferia l’11 gennaio 1996, anche se ufficialmente, sulla base di documenti ufficiali, il suo luogo di nascita è la città di Zhirnovsk, nella regione di Volgograd.

I membri di una spedizione nella zona situata nel nord della regione di Volgograd, meglio conosciuta come “Medvedetskaya gryada”, tempo fa raccontarono la storia di un ragazzo insolito di nome Boriska. Noi tutti lo conosciamo come “il bambino venuto da Marte“, poiché la sua vita ha dell’incredibile.

 

La vita su Marte, esiste ed è organizzata

Una sera, mentre tutti erano seduti attorno a un falò durante la notte, un bambino (che allora aveva circa 7 anni) improvvisamente chiese l’attenzione di tutti. Si era alzò parlò davanti a tutti della vita su Marte, dei suoi abitanti e dei loro viaggi sulla terra. Tutti tacquero. Rivelare una magnifica storia sulla civiltà marziana, sulle città megalitiche, le loro navicelle spaziali e voli su vari pianeti, su Lemuria, un paese meraviglioso di cui conosceva la vita in dettaglio da quando era arrivato laggiù e vi aveva amici.

La sua storia durò circa un’ora e mezza. Uno dei membri della spedizione fu abbastanza intelligente da registrare l’intera narrazione. Molti furono sorpresi da due diversi fattori. Il ragazzo possedeva infatti una conoscenza eccezionalmente profonda. Il suo intelletto era ovviamente molto lontano da quello di un tipico ragazzo di 7 anni. Non tutti gli insegnanti sarebbero in grado di raccontare l’intera storia di Lemuria e dei suoi abitanti in tali dettagli. Rimasero poi tutti sorpresi dal linguaggio avanzato usato dal ragazzo. Era molto al di sopra di quello che i suoi coetanei di solito usano. Una conoscenza della terminologia specifica, dettagli e fatti su Marte e sulla Terra. La scienza moderna non ha ancora dimostrato l’esistenza di altre civiltà.

 

Boriska Kipriyanovich ed i bambini indigo

“Qualcosa sta per accadere sulla terra, ecco perché questi bambini saranno importanti. Saranno in grado di aiutare le persone. I poli si invertiranno. La prima grande catastrofe con uno dei continenti avverrà nel 2009. La successiva avverrà nel 2013 e sarà ancora più devastante”, raccontò, un giorno.

È interessante notare che Boriska Kipriyanovich pensa che ora sia finalmente giunto il momento per gli “esseri speciali” di nascere sulla Terra. “La rinascita del pianeta sta arrivando. Nuove conoscenze arriveranno in gran numero, portando una mentalità diversa ai terrestri“, affermò, un giorno.

E, forse, si riferiva ai bambini indigo, ovvero bambini dotati di un’intelligenza sovrannaturale. “So che stanno nascendo. Tuttavia, non conosco nessuno nella mia città ancora. Forse potrebbe essere questa ragazza di nome Yulia Petrova. Lei è l’unica che crede in me. Altri semplicemente ridono delle mie storie“, dichiarò. 

 

Le catastrofiche previsioni e l’inversione dei poli

E predisse qualcosa che, poi, non si verificò, ma che forse è solo rimandato, magari l’unico errore nelle sue predizioni riguarda le date. “Qualcosa sta per accadere sulla terra, ecco perché questi bambini saranno importanti. Saranno in grado di aiutare le persone. I poli si invertiranno. La prima grande catastrofe con uno dei continenti avverrà nel 2009. La successiva avverrà nel 2013 e sarà ancora più devastante“.

“Non hai paura che anche la tua vita possa finire a seguito di questa catastrofe?“, gli fu chiesto. “No, non ho affatto paura. Ho vissuto una catastrofe su Marte una volta. Le persone come noi vivono ancora lì. Ma dopo la guerra nucleare, tutto bruciò. Alcune di queste persone sono sopravvissute. Hanno costruito rifugi e nuovi armamenti. C’era anche un movimento di continenti, anche se il continente non era così grande. I marziani respirano gas. Se dovessero tornare sul nostro pianeta, dovrebbero stare vicini ai tubi di scarico e inalare il fumo“.