Spotify

Il mercato dei servizi di streaming musicale risulta essere più florido che mai. Sono sempre di più gli utenti che sottoscrivono abbonamenti premium per poter usufruire dell’elevato numero di brani presenti su queste piattaforme. Di tutti i servizi di questo tipo, Spotify risulta essere ancora il re indiscusso. Nelle scorse ore, l’azienda ha annunciato di aver raggiunto i 108 milioni di abbonati premium. Parliamo di un dato davvero impressionante.

Spotify non è l’unica azienda in costante crescita. Non molto tempo fa anche il servizio di Cupertino, Apple Music ha raggiunto un importante dato, 60 milioni di abbonati. La strada per raggiungere Spotify è ancora molto lunga. Andiamo a scoprire quali sono le previsioni degli analisti in merito al futuro.

 

Spotify continuerà a crescere con il tempo

Ebbene sì, Spotify ha raggiunto la bellezza di 108 milioni di abbonati premium nel corso del terzo trimestre 2019. Parliamo di aumento del 30% rispetto ai dati registrati lo scorso anno nello stesso periodo. L’azienda, e gli analisti, avevano previsto di guadagnare 500 mila abbonati in più. Tuttavia, il risultato raggiunto risulta essere davvero impressionante. Le entrate dell’azienda sono salite a 1,67 miliardi di dollari. Poco meno rispetto alle previsioni fatte dagli analisti di 1,83 miliardi di dollari.

I dati rilasciati tengono conto di tutti gli abbonamenti, anche quelli proposti in offerta. Gli analisti sono molto fiduciosi sul futuro del servizio di streaming musicale. Visto l’interesse di Spotify su nuovi ambiti, è molto probabile che i dati subiscano una crescita ancora più evidente in futuro. Restate in attesa per ulteriori aggiornamenti a riguardo.