Sfruttare le fonti di energia rinnovabile come il sole è importante per il nostro pianeta, ma non tutte le idee che si basano su tale tecnologia risultano essere così geniali. Prendiamo per esempio la prima strada solare costruita in Francia. La sua inaugurazione è avvenuta nel dicembre 2016 e la conclusione dopo meno di tre anni è stata che il progetto non ha raggiunto neanche lentamente le aspettative. In sostanza è stato un disastro su tutta la linea.

All’inizio si sperava che quel chilometro di strada sarebbe riuscito ad alimentare i lampioni in una delle città vicine ovvero Tourouvre. Questo non è mai successo del tutto in quanto la strada ha prodotto molto meno di quanto previsto, anche nel culmine è arrivato appena alla metà della produzione sperata e questo a causa di diversi errori di progettazione. Uno alquanto banale è che gli ingegneri non hanno calcolato che le foglie degli alberi si sarebbero accumulate sui pannelli impedendo il loro funzionamento.

 

Il disastro della prima strada solare al mondo

Come si può aspettare da un’infrastruttura del genere, il tutto risulta essere particolare fragile. Allo stato attuale risultano esserci un gran numero di buchi sparsi per tutto il chilometro così come le crepe. Questa la dichiarazione dell’amministratore delegato della società dietro il progetto: “Il nostro sistema non è maturo per il traffico a lunga distanza.  La società si concentrerà sulla creazione di elettricità per cose più piccole, come telecamere a circuito chiuso e illuminazione di pensiline per autobus.”