turbine-eoliche-europa-energia

Sfruttare le energia rinnovabili piuttosto che i combustibili fossili è una delle sfide di questo secolo; ovviamente in questo caso si parla di vento e di turbine eoliche. Ci sono nazioni che hanno fatto qualche passo in più rispetto ad altre e tra le migliori in questo senso ci sono proprie tante nazioni europee. Detto questo però c’è da sottolineare che per quanto l’Europa si sia parecchio impegnata, c’è anche da dire che potrebbe fare di più e uno studio l’ha sottolineato.

Se una turbina fosse collocata in ogni luogo di terra adatto a questo allora si fornirebbe 100 volta l’energia eolica attualmente prodotta sul nostro pianeta. Bene, se questo numero fosse aumentato a 11 milioni di turbine eoliche allora l’energia prodotta basterebbe ad alimentare il pianeta fino al 2050. Ovviamente si tratta di numeri fin troppo alti, ma trovare i luoghi adatti e installare anche solo qualche migliaio di questi dispositivi allora favorirebbe un cambio di direzione al mondo.

 

Le turbine eoliche e il potenziale del nostro continente

Attualmente l’Unione Europea ha spinto molto verso lo sfruttamento di questa energia tanto che ne è leader mondiale. Proprio entro il 2050 è stato promesso che ci sarà un ulteriore sforzo ovvero la messa in opera di altre 100.000 di turbine. Il vento che sferze sulle coste di molti dei paesi dell’UE sono dei luoghi perfetti per sfruttare questa fonte.

Negli anni diversi studi hanno evidenziato come servirebbe milioni di chilometri quadrati di area affinché ci sia una produzione efficace di energia. Questi studi si basavano su tecnologie di turbine obsolete, molto meno efficaci di quelle presenti attualmente. Secondo uno studio fatto da scienziati tedeschi potrebbe bastare un milione e poco più di chilometri quadrati per produrre 500 exajoule di potenza, molta più energia di quanto ci servirà nel 2050, almeno secondo le stime.