sottomarino-fabbrica-ghiaccio-oceani

Di progetti ambiziosi e strampalati che sfidano lo scioglimento delle calotte e il conseguente innalzamento degli oceani ce ne sono molti, ma forse mai quanto questo. Uno studio condotto un team di designer indonesiani (si, non sono scienziati) ha ipotizzato un sottomarino il cui scopo è congelare l’acqua per creare nuovi iceberg. L’idea ha vinto il secondo posto di un concorso internazionale di design.

Le parole di Faris Rajak Kotahatuhaha, l’architetto a capo del progetto, rilasciate a Business Insider: “Se potessimo coprire di nuovo con ghiaccio più superfici polari, ciò impedirebbe sicuramente l’assorbimento del calore da parte degli oceani, il che influirebbe anche sulle temperature globali. L’obiettivo finale è quello di rispondere all’innalzamento del livello del mare con il diverso modo di pensare.”

 

Un sottomarino particolare per contrastare lo scioglimento

A livello teorico il sottomarino dovrebbe raccogliere l’acqua immergendosi e una volta pieno risale. Emerso rimane in attesa del congelamento dell’acqua mentre quest’ultima perde il sale attraverso l’osmosi inversa; il processo dovrebbe velocizzarsi. Il contenitore dell’acqua è a forma esagonale, una forma utile per comporre un quadro più ampio con diversi pezzi, appunto esagonali.

La formazione di una superficie del genere sarebbe utile in un modo indiretto all’innalzamento del livello degli oceani. L’acqua assorbe meglio i raggi del sole mentre al contrario il bianco li riflette; sostanzialmente si crea meno superficie attira calore. In ogni caso anche a questo giro si sta parlando di geoingegneria e do questi progetti ne stanno fioccando sempre di più anche se dovrebbero essere le alternative finali, quelle da usare quando tutto fallisce. Siamo veramente arrivati a questo punto?