C2019-Q4-

C/2019 Q4, è questo il nome dato all’oggetto misterioso, che ad Ottobre sorpasserà Marte. L’enigmatico corpo viaggia ad elevata velocità e sicuramente proviene da un altro sistema solare. Questo è il secondo visitatore interstellare che raggiunge il nostro sistema solare, dopo la comparsa di Oumuamua, nel 2017. Una coppia di scienziati di Harvard, sostenne allora che Oumuamua poteva essere un astronave aliena, ma l’oggetto a forma di sigaro non ha mai dato segni di vita.

C2019-Q4-

Adesso, i ricercatori dell’Osservatorio europeo ESO in Germania, affermano che l’oggetto  potrebbe in realtà essere un viaggiatore interstellare. C / 2019 Q4 è stato individuato il 30 Agosto dall’astronomo ucraino Gennady Borisov, e da allora gli scienziati lo stanno studiando. “È così eccitante, praticamente stiamo guardando qualcosa di diverso da tutti gli altri nostri progetti, in questo momento”, ha detto a il dott. Olivier Hainaut, un astronomo dell’ESO.

Anche il dottor Hainaut, che faceva parte di una squadra che ha studiato Oumuamua, si è espresso su C/2019 Q4 e dice: “La differenza principale rispetto a Oumuamua è che lo abbiamo individuato molto tempo in anticipo”, e aggiunge, “Ora gli astronomi sono più preparati”. Le prime immagini di C / 2019 Q4 suggeriscono che è seguito da una scia. Questo è in genere ciò che si vede sul retro di una cometa, anche se gli scienziati non possono essere sicuri che sia una cometa. Con ulteriori osservazioni di C/2019 Q4, gli scienziati hanno elaborato la forma della sua orbita. Se l’oggetto è davvero interstellare, gli scienziati dovrebbero essere in grado di studiarlo fino all’inizio del 2021, quando diventerà troppo lontano per vederlo.

C2019-Q4-

 

Un opportunità per i viaggi interstellari

L’esperta di spazio Lembit Opik ha affermato che il nuovo oggetto mostra quanto sia facile per gli oggetti interstellari raggiungere il nostro sistema solare. Lembit è Presidente del Parlamento per Asgardia, un gruppo che tenta di costruire la prima “nazione spaziale”. “Viaggiare da un sistema solare a un altro implica due possibili risultati. In primo luogo, dimostra che il viaggio interstellare è possibile”.

Gli esseri umani e altre forme di vita possono potenzialmente usare fenomeni come ‘C/2019 Q4 per viaggiare, portandoci in angoli inesplorati dell’Universo. Aggiunge “L’altro probabile risultato è che le forme di vita possono essere trasportate attraverso tutte le aree dell’Universo”. “Sia che si tratti di batteri o di altre forme di vita, ciò significa potenzialmente che la vita proveniente da un sistema solare potrebbe svilupparsi in un altro, sbloccando il mistero sull’origine della vita all’interno dell’Universo”.