Amazon

Amazon

Amazon ha appena presentato alcuni altoparlanti intelligenti per Echo e uno degli aggiornamenti più interessanti potrebbe essere quello relativo al dispositivo Dot, ora disponibile con un display nascosto sotto la sua finitura in tessuto. Amazon ha ideato un sistema grazie al quale lo schermo luminoso si regola in base alla luminosità della stanza e ora c’è la possibilità di toccarne la parte superiore per spegnere la sveglia quando suona.

Amazon

Il dispositivo Echo Dot quindi offrirà un vantaggio ulteriore rispetto al suo più grande rivale: Google Home Mini. I dispositivi di Google attualmente non dispongono di questa nuova funzionalità, sebbene la società americana debba rilasciare una gamma rinnovata di assistenti virtuali specializzati nel settore musicale al suo evento di lancio del Pixel il prossimo mese. Non si sa se questi dispositivi aggiornati includeranno un display, ma Google potrebbe ora affrettarsi a dotare di tale funzionalità la sua prossima gamma di gadget.

 

Amazon si sta davvero rimboccando le maniche nella sua corsa contro Google

L’Echo Dot è disponibile per il pre-ordine al prezzo di circa 50 euro. Insieme a questo aggiornamento per il Dot, Amazon ha anche rivelato un aggiornamento al suo Echo standard, che ora vanta un design rifinito ed una migliore qualità del suono. E se l’audio è tutto ciò che interessa, c’è anche un nuovo dispositivo chiamato “Echo Studio” che Amazon afferma essere il loro miglior diffusore di suoni mai prodotto, con una cassa da 5,25 pollici e 330 W di potenza.

Amazon

Infine, Amazon ha svelato un prodotto che è possibile utilizzare anche fuori dalle mura domestiche. I nuovi “Echo Buds” sono stati lanciati nel tentativo di competere con gli AirPods di Apple e arriveranno con alcune funzionalità extra e ad un prezzo più economico, di circa 100 euro. Oltre ad una connessione wireless al nostro cellulare e all’accesso ad Alexa, ci saranno anche altre novità come la riduzione attiva del rumore, fornita da Bose. La durata della batteria è aumentata di cinque ore, che aumenta quando gli auricolari vengono riposti nella loro custodia.