piccoli strumenti di pietra

Piccoli strumenti di pietra sono stati misurati dettagliatamente, per ricostruire i loro modelli di produzione, nel sito di Fa-Hien Lena Cave. Il sito “Offre le prime prove dell’occupazione umana nello Sri Lanka”, ha affermato il dott. Oshan Wedage, ricercatore presso il Max Planck Institute per la scienza della storia umana. E aggiunge: “Abbiamo trovato prove chiare della produzione di strumenti in pietra miniaturizzati o microliti, a Fa-Hien Lena, risalenti al primo periodo di occupazione umana”.

piccoli strumenti di pietra

I piccoli strumenti in pietra, sono considerati il ​​prodotto di armi composite prodotte da culture con strategie avanzate per la caccia e la prosperità in ambienti difficili. Tali strumenti erano già noti nei siti paleolitici dell’Europa, ma questo è il più antico assemblaggio di microliti trovati in Asia, e il più antico conosciuto in un ambiente pluviale. Il dottor Wedage e colleghi hanno raccolto 9.216 artefatti, inclusi 1.730 oggetti di età superiore a 34.000 anni.

Il materiale predominante, per la realizzazione di questi piccoli strumenti, a Fa-Hien Lena è il quarzo. I ciottoli di fiume, con superfici lisce, sono stati probabilmente raccolti dal torrente situato a 200 m dal sito. “Questi strumenti facevano probabilmente parte della tecnologia utilizzata per cacciare e catturare prede che vivono sugli alberi, anche se saranno necessarie ulteriori ricerche per confermare le loro esatte funzioni”, hanno affermato gli autori dello studio.

piccoli strumenti di pietra

 

Un adattamento tecnologico stabile durante tutta l’evoluzione umana

La somiglianza della tecnologia Fa-Hien Lena, con quella delle culture locali più recenti, riflette una stabilità a lungo termine nella tecnologia della foresta pluviale nella regione. “La tecnologia litica di Fa-Hien Lena è cambiata poco nel lungo periodo dell’occupazione umana (da 48.000-45.000 anni fa a 4.000 anni fa), indicando un adattamento tecnologico stabile e di successo ai tropici”, hanno detto gli scienziati.

“I microliti sono stati chiaramente una parte fondamentale dell’adattabile kit di strumenti  umani, che hanno permesso alla nostra specie di rispondere a dinamiche situazioni culturali, demografiche e ambientali mentre si espandeva su quasi tutti i continenti della Terra durante il tardo Pleistocene“, hanno concluso i ricercatori.