meteoriti-cile

Sfere di fuoco misteriose hanno colpito il cielo e si sono schiantate in Cile la scorsa settimana. Di cosa si tratti e da dove provengano rimane un mistero, ma un primo sguardo ha già escluso l’ipotesi preferita: i meteoriti.

Il 25 settembre, alcuni testimoni hanno riferito di aver visto palle di fuoco illuminare il cielo sull’isola di Chiloé, nell’arcipelago del Cile meridionale. Poco dopo, sono stati segnalati piccoli incendi in sette località dell’isola, rapidamente spenti da volontari.

L’ovvia spiegazione, come ha detto l’astrofisico cileno dell’anno Jose Maza alla TV nazionale, era quella che contemplava il passaggio di un meteorite o di detriti spaziali. I residenti hanno notato che la palla di fuoco si muoveva molto velocemente, bruciando di un rosso brillante, il che suggeriva l’ipotesi di una possibile una meteora. D’altro canto, i detriti spaziali sono molto comuni: ogni anno cadono da 200 a 400 oggetti.

Tuttavia, funzionari del National Geology and Mining Service hanno analizzato i siti carbonizzati sparsi per la città di Dalcahue e non hanno trovato prove di meteoriti. “I geologi sono andati sul sito per esaminare l’area del presunto impatto. Hanno lavorato in sette punti corrispondenti a boschi bruciati dove non hanno trovato resti, tracce o prove di caduta di un meteorite“, afferma il rapporto. I geologi dicono di aver prelevato campioni di terreno per ulteriori analisi e rilasceranno i loro risultati entro poche settimane.

 

Un mistero ancora irrisolto

In questo momento, lo scenario più probabile è una specie di detriti spaziali che cadono sulla Terra. In larga misura, non siamo a conoscenza della maggior parte dei detriti spaziali, perché questi di solito bruciano nell’atmosfera, cadono nell’oceano – che copre il 70% del pianeta – o atterrano in un luogo remoto e non popolato.

È molto raro che i detriti spaziali colpiscano il suolo vicino alle persone e nessuno è mai morto o è stato ferito gravemente dai detriti spaziali. Gli unici eventi noti di persone colpite da detriti spaziali furono quelli relativi a cinque marinai giapponesi su una nave che fu colpita da pezzi di un’astronave russa nel 1969. Nel 1997, una donna negli Stati Uniti fu colpita da materiale proveniente da un razzo Delta 2.

Gli eventi di detriti spaziali più famosi coinvolgono le stazioni spaziali Mir e Skylab. La prima stazione spaziale americana, Skylab, fece un memorabile ritorno sulla Terra nel 1979, quando parte di essa sbarcò nell’Australia occidentale. Già Mir, la stazione spaziale dalla Russia, è sceso sulla Terra nel 2001. Il più grande oggetto che è entrato nell’atmosfera terrestre è atterrato nell’Oceano Pacifico.

https://youtu.be/h902KJb0cfE