Secondo Michael Horn, un teorico della cospirazione che si definisce ricercatore, la NASA ha sbagliato i suoi calcoli riguardo all’asteroide 99942 Apophis. Per lui infatti la grande roccia spaziale colpirà certamente la Terra, e sa anche dove.

 

Apophis colpirà il nostro Pianeta, Horn ne è certo

Questo asteroide, del diametro di 340 m, passerà molto entro i 30.500 km, e finirà con lo schiantarsi in un’area tra il Mare del Nord ed il Mar Nero. Ma le ipotesi di Horn non si fermano qui, egli crede infatti che il catastrofico impatto dell’asteroide Apophis, sarà di entità tale da spaccare il Pianeta, provocando un tale rilascio di gas da uccidere milioni di persone.

Horn non ha rilasciato dettagli sulla sua ricerca, ne ci sono articoli scientifici, pubblicati per suo conto o del suo team, a sostegno delle sue tesi. Le uniche informazioni a riguardo sono le dichiarazioni rilasciate dallo stesso Horn. Al quotidiano online inglese Express.co.uk, Horn ha dichiarato che “l’impatto è certo da parte di Apophis. Sappiamo, dalle mie ricerche, che avverrà tra il Mare del Nord ed il Mar Nero. Per illustrare meglio l’impatto, abbiamo deciso di illustrare queste informazioni,mettendole online in forma di fumetti, così che tutti possano comprenderle e avere chiaro ciò che questo comporterà”.

 

Uno scenario catastrofico che sconvolgerà la vita sulla Terra

Secondo il catastrofico scenario ipotizzato da Horn e dal suo “team di ricercatori”, l’impatto con Apophis provocherà una profonda crepa nella crosta terrestre, sia se avverrà sulla terraferma che in mare. Ci saranno massicce emissioni di gas e pezzi di asteroide e crosta terrestre saranno lanciati nello spazio dalla potenza dell’asteroide. Inoltre, il calore provocato dall’enorme esplosione provocherà incendi su vasta scala. Gli effetti della collisione si ripercuoteranno, secondo Horn, su tutto il Pianeta e milioni di persone perderanno la vita. Inoltre la nube provocata dall’esplosione potrebbe ridurre od oscurare la luce solare, portando le temperature del Pianeta ad un notevole abbassamento. 

Uno scenario davvero apocalittico quello previsto da Horn, una sorta di fine del mondo che scende dal cielo schiantandosi sulla Terra, prevista da lui e dal suo team e smentita dalla comunità scientifica internazionale, che secondo il “ricercatore” Michael Horn, piomberà sulla Terra il 13 Aprile del 2029 od il 13 Aprile del 2036.

 

La NASA ha previsioni diverse per Apophis

La NASA infatti ritiene che l’asteroide 99942 Apophis si avvicinerà al nostro pianeta tra circa 10 anni, con il suo ingresso nel Sistema Solare. Evento per cui la NASA si sta già preparando.

99942 Apophis aveva già destato allarme per quanto riguarda un possibile impatto nel 2029. Nel Dicembre del 2004 infatti alcune osservazioni iniziali sulla sua orbita, indicavano una probabilità relativamente alta di collisione con la Terra con una percentuale del 2,7, ossia 1 probabilità su 37. Ma le successive osservazioni portarono nell’aprile-maggio del 2013 ad escludere un possibile impatto tra Apophis ed il nostro pianeta.