Samsung

Il Galaxy S11 sembra ormai essere in progettazione e potrebbe essere talmente avanzato da rendere potenzialmente obsoleto il Galaxy S10 e anche il recentissimo Note 10. Quello che Samsung potrebbe avere in cantiere è uno smartphone davvero all’avanguardia sotto tutti gli aspetti. L’azienda ha infatti da poco pubblicato un nuovo brevetto che rivela lavori su un nuovo smartphone, con un design senza cornice e tripla fotocamera frontale; anche se è improbabile che queste fotocamere faranno la loro comparsa sul modello definitivo così come sono state pensate.

 

Samsung è ancora indecisa se optare per una fotocamera tripla o per un comparto fotografico montato sotto il display

Mentre le immagini di brevetto depositate mostrano una forma ovale che risulta ormai funzionale ad una disposizione della fotocamera tripla, Samsung ha già anticipato che molto probabilmente non sarà questa la direzione che l’azienda sta seguendo. Dopo aver sperimentato una doppia fotocamera frontale sul Galaxy S10 Plus ed essere tornata all’obiettivo singolo su Galaxy Note 10, estendere il comparto fotografico a tre obiettivi non sembra essere nei piani di Samsung.

Samsung

In realtà, la casa non si è pronunciata subito in merito, lasciando un fitto alone di mistero sulla vicenda. Nel novembre 2018, il direttore marketing di Samsung Hassan Anjum ha rivelato il display New Infinity, un pannello senza fori e senza cornice che nasconde le fotocamere sotto il display. Anjum ha infatti dichiarato che i display New Infinity sono ormai pronti per essere installati sui nuovi smartphone dell’azienda coreana e che “non vede l’ora di raccontarci di più su questa tecnologia“.

 

Se i progetti della casa coreana andassero in porto, potremmo assistere ad un acceso confronto tra i colossi della telefonia mobile

Mentre questo tipo di soluzione non è riuscita a vedere la luce su S10 e Note 10 durante il 2019, sembra che non la vedremo messa in pratica prima del 2020. C’è chi  scommette che il New Infinity giunga sul mercato montato sul prossimo S11, ma il sospetto è che potrebbe essere lanciato direttamente con la prossima gamma Note. D’altra parte, con un comparto fotografico di tutto rispetto sui modelli attuali, Samsung non sembra avere intenzione di bruciare le tappe.

Samsung

Se questa tecnologia dovesse arrivare già col Galaxy S11, sarà davvero dura per la concorrenza reggere il confronto con Samsung: si tratta di una soluzione rivoluzionaria, seppur già vista su cellulari come Oppo Reno, ma se a ciò includiamo un design aggiornato, un aumento importante delle prestazioni, memoria di archiviazione estesa, un sensore di impronte digitali di nuova generazione e una configurazione foto e video basata sull’intelligenza artificiale, potremmo vederne davvero delle belle durante questo 2020.