Password on screen

Le reti VPN, il cui acronimo significa Virtual Private, sono un tipo di rete in cui viene creata un’estensione privata per l’accesso da Internet, come la rete locale di casa o in ufficio ma su Internet. Grazie a una connessione VPN, possiamo stabilire un contatto con i dispositivi ospitati nella nostra rete locale – o altre reti locali – in modo totalmente sicuro, poiché la connessione stabilita tra le due macchine viaggia completamente su strade crittografate o navigazione anonima. In breve, come se dalle nostre apparecchiature connesse a Internet stabilissimo un tunnel privato e sicuro verso la nostra casa o il nostro ufficio, con il quale possiamo comunicare senza temere che i nostri dati siano vulnerabili.

 

Quali sono le sue utilità pratiche?

Una volta che conosciamo la teoria e sappiamo che una connessione VPN è come creare un tunnel sicuro tra le nostre apparecchiature connesse a Internet e la nostra – o altra – rete privata, le utilità pratiche che possiamo trovare a questa connessione sono chiare. Possiamo riassumere i casi studio nel modo seguente:

  • Accesso a una rete domestica o di lavoro durante il viaggio: in questo modo, pur essendo lontani dall’ufficio, possiamo accedere alle risorse condivise dell’azienda, come file server, stampanti, applicazioni aziendali private, intranet, ecc.; allo stesso modo, possiamo connetterci ai nostri computer di casa per accedere a documenti, musica, file, ecc. In breve, possiamo collegarci a tutti i dispositivi a cui possiamo collegarci quando siamo seduti nel nostro ufficio o a casa.
  • Nascondere i dati di navigazione: come abbiamo spiegato, tutti i dati che circolano attraverso una connessione VPN sono crittografati; quindi, ad esempio, se sei connesso a un Wi-Fi pubblico, se utilizziamo una connessione VPN sarà impossibile che qualcuno possa tracciare la nostra attività, rubare dati o qualsiasi altra situazione simile a questa.
  • Inserire siti con blocco geografico: è possibile che un’applicazione o una pagina web ci consentano l’accesso solo se stiamo navigando da un Paese specifico; quindi, se quel Paese non è il nostro, difficilmente possiamo accedervi. Ora, se ci connettiamo a una VPN ospitata in quel Paese, questo problema sarà risolto, dal momento che sarà come navigare da quell’area geografica.
  • Evitare la censura su Internet: allo stesso modo del punto numero 3, se il nostro Paese decide di censurare determinate pagine o applicazioni, sarà sufficiente connettersi a una VPN di un altro Paese per saltare quella censura. Ricorda che i dati viaggiano crittografati, quindi questa pratica è davvero sicura.

 

Come connettersi a una VPN?

Esistono diversi modi di connettersi a una rete VPN a seconda di ciò che dobbiamo fare. Non è lo stesso voler creare una VPN nella nostra rete locale per accedere alle risorse condivise che vogliono connettersi a una VPN da un altro Paese per saltare un filtro specifico.

Per il primo caso, la complessità del processo ci rende impossibile dettagliarlo in breve. Quindi, se stai cercando di utilizzare questo tipo di connessione per uso domestico o lavorativo, ti consigliamo di cercare ulteriori informazioni a riguardo ti spiegheremo come fare.

Ogni volta che navighiamo sul web lasciamo una scia di informazioni con cui possiamo tracciare la nostra attività. Tutte queste informazioni sono registrate dal nostro fornitore di servizi Internet e con questa traccia di informazioni possono tracciare le nostre informazioni e attività.

Cosa possiamo fare per non lasciare traccia? Una delle opzioni sarebbe quella di navigare in TOR (The Onion Router), una grande rete di computer totalmente anonimi. Ma rischiamo che in alcune apparecchiature sia presente uno sniffer che registra le nostre informazioni.

Un’altra opzione sarebbe attraverso una VPN (Virtual Private Network), quelle gratuite che ci assicurano al 100% di essere sicure. Tuttavia, alcune hanno dei difetti di sicurezza. Ci sono alcuni modi semplici e veloci per navigare in rete nascondendo la propria presenza e utilizzando l’applicazione Hotspot Shield. Utilizzeremo questi programmi come VPN per mascherare il nostro indirizzo. Infatti, basta scaricare il programma e installarlo. Una volta avviato automaticamente, procederemo alla configurazione.

Andremo alla scheda Rilevamento rete in cui configureremo il comportamento di Hotspot Shield quando rileveremo le connessioni Internet. Per impostazione predefinita, il tunnel VPN viene attivato quando ci si connette a una rete nuova o sconosciuta, pertanto è consigliabile lasciare questa opzione. Nel menu Generale, possiamo configurare se vogliamo iniziare con Windows, scegliere la durata della pausa e nascondere l’icona nel pannello delle notifiche.

Per attivare la protezione della connessione, fare clic su Connetti e inizierà il processo di connessione VPN. Dopo alcuni minuti cambierà da un colore giallo a uno verde che confermerà che tutto è andato per il verso giusto. Se vogliamo interrompere la connessione, fare clic sul pulsante rosso.

Per scegliere il Paese da cui ci collegheremo, andremo alla schermata principale in cui verrà posizionata la posizione virtuale e selezioneremo il Paese dal quale vorremo collegarci. Ciò consentirà di navigare da un’altra area geografica mantenendo l’identità al sicuro e anche visualizzare pagine vietate nel nostro Paese.