sigarette-elettroniche-pericolose-salute

Durane tutta l’estate c’è stato un aumento delle segnalazioni per quanto riguarda una misteriosa malattia legata alle sigarette elettroniche. Finalmente il Centro statunitense per il controllo e la prevenzione delle malattie, meglio anche noto come CDC. In merito, l’ente si è concentrato sulla presenza di una particolare sostanza. Si tratta della Vitamina E acetato la quale è stata trovata in diversi pazienti ricoverati per via di tale malattia.

 

Sigarette elettroniche e il CDC

La dichiarazione dell’ente tramite il portavoce, Anne Schuchat: “Per la prima volta abbiamo rilevato una potenziale tossina preoccupante: la vitamina E acetato. La vitamina E acetato è enormemente appiccicosa. Puoi pensare che sia proprio come il miele. E così quando entra nel polmone, rimane in giro. La vitamina E acetato di solito non provoca danni se ingerita come integratore vitaminico o applicata localmente sulla pelle. Tuttavia, precedenti ricerche non CDC suggeriscono che quando la vitamina E acetato viene inalata, può interferire con la normale funzione polmonare.”

Le sigarette elettroniche sono nate come una valida alternativa all’uso delle sigarette vere; sono anche diventata una moda e intorno si è creato un fandom particolare oltre che diverse opportunità. In ogni caso, un aspetto importante era la salvaguardia della salute. Anche se le autorità non sembravano essere pronte ad elencarle tali prodotti tra quelli pericolosi, c’è già qualche studio in merito.

Per esempio, l’Università della Pennsylvania ha condotto uno studio che ha evidenziato che alcuni oli usati in questi prodotti sono in grado di trasformarsi in sostanze tossiche se vengono riscaldate, aspetto che succede nelle sigarette elettroniche.