sole-occhi

In questi giorni, la radiazione solare aumenta anche nei giorni nuvolosi, quindi è importante proteggere la pelle e gli occhi, soprattutto se si tratta di bambini, anziani o persone con pelle e occhi chiaro.

Gli esperti di oftalmologia spiegano che è necessario prendere precauzioni per evitare problemi che vanno dall’infiammazione della cornea, ai danni alla retina. “Le radiazioni UV possono causare cataratta e invecchiamento della retina e delle lenti“, afferma.

Per gli specialisti, l’uso di occhiali da sole con filtro UV e cappelli è essenziale. E specificano che “nel tempo, gli effetti del sole possono deteriorare i tessuti oculari. I raggi UV che causano danni agli occhi sono quelli di tipo A, che colpiscono maggiormente l’obiettivo, e quelli di tipo B, che sono correlati a ustioni più gravi“, affermano. “L’esposizione prolungata al sole senza protezione fa sì che la retina e le lenti invecchino più velocemente, tra le altre cose, aumentando l’incidenza di cataratta e degenerazione maculare legata all’età. Anche, in alcuni casi, può causare tumori agli occhi e il cancro nella pelle circostante“, aggiungono.

Allo stesso modo, se l’esposizione è priva di lenti e prolungata, i raggi del sole possono causare cheratite di diversi tipi, una malattia che dà una sensazione di grinta e secchezza oculare, persino occhi rossi. Può anche verificarsi il caso del pterigio, che consiste nella crescita benigna del tessuto congiuntivale, che può causare dolore per via della possibilità che il gonfiore degli occhi e il rosso diventino.

 

Alcuni consigli

Gli specialisti forniscono alcuni consigli su come proteggere gli occhi dal sole:

– I bambini sotto i 2 anni non devono essere esposti al sole;

– I bambini di età superiore ai 2 anni e gli adulti sono sempre invitati a utilizzare la protezione solare;

– Indossare un cappello per stare all’aperto;

– Indossare lenti la cui etichetta specifica che hanno un assorbimento superiore all’85% dei raggi UV-B, ovvero i più dannosi. Se dicono “UV 400”, significa che bloccano almeno il 99% dei raggi UV. D’altra parte, se indicano che sono di uso “cosmetico”, bloccano circa il 70%, il che non è abbastanza. È anche importante sapere che le lenti più scure non sono necessariamente migliori, poiché la protezione UV proviene da una sostanza chimica invisibile e non dal loro colore.